IL MIO AFGHANISTAN A SALABORSA LAB

Nuovo appuntamento con i libri di Edizioni la meridiana nello spazio Salaborsa Lab Roberto Ruffilli, inaugurato da poche settimane in vicolo Bolognetti 2 a Bologna.

Giovedì 23 giugno alle 17.30, Gholam Najafi presenterà il suo libro Il mio Afghanistan, nella versione tradotta in simboli di Comunicazione Aumentativa e Alternativa per la collana “Parimenti. Proprio perché cresco”. A dialogare con l’autore, il giornalista Nicola Rabbi del Centro Documentazione Handicap di Bologna.

La storia di rifugiato di Najafi, giunto in Italia come minore straniero non accompagnato, diventa accessibile anche ai giovani lettori con disabilità linguistiche e cognitive, o a chi ha difficoltà ad affrontare i testi tradizionali, grazie alla traduzione del gruppo di lavoro integrato “Librarsi”, condotto dal Progetto Calamaio della Cooperativa Accaparlante.

All’interno del volume le illustrazioni di Camilo De La Cruz, che interverrà durante l’incontro con l’autore insieme alla collega Tatiana Vitali, animatrice con disabilità del Calamaio e partecipante al laboratorio.

L’ingresso alla presentazione è libero fino a esaurimento posti.

 

Per ulteriori informazioni:

www.bibliotecasalaborsa.it

UNA FESTA PER I 40 ANNI DEL CDH

Cominciamo i festeggiamenti di un importante compleanno, il nostro!

Appuntamento giovedì 16 giugno, dalle ore 17:30 in poi, presso gli spazi della Fattoria Urbana di Bologna, in via Pirandello 3, al Pilastro.

Animazioni per bambini a cura degli educatori e degli animatori con disabilità del Progetto Calamaio, attività e incontri con ospiti istituzionali saranno accompagnati da crescentine, tigelle e dj-set con karaoke.

Sono ormai passati 40 anni dalla nascita del Centro Documentazione Handicap di Bologna, la prima Biblioteca Specializzata in Italia sui temi della disabilità e della diversità.

Dagli esordi del 1982 con AIAS Bologna, molteplici sono le evoluzioni che hanno accompagnato il lavoro del primo nucleo di persone con disabilità e non che si è unito attorno a un vero e proprio pugno di libri e al progetto editoriale della rivista “Hp-Accaparlante”, cominciando così a portare anche l’handicap al centro del dibattito culturale.

Nel 1996 poi, nasce l’Associazione CDH che oggi conosciamo e con lei tutti i successivi progetti che ne sono seguiti legati alla formazione, alla collaborazione con enti, associazioni e istituzioni dentro e fuori il territorio nazionale, all’impegno nel mondo dell’editoria, della cultura e della lettura accessibili.

Un‘importante eredità che desideriamo continuare a far crescere, consci che non c’è cultura senza diversità e che la diversità è cultura.

Ecco il programma della serata:

-A partire dalle ore 17.30, animazioni per bambine e bambini, aperitivo con tigelle e crescentine,

-Una mostra con le tavole di Camilo De La Cruz, un breve monologo teatrale di Sara Foschi, musica con DJ-Set e karaoke e tanto altro.

-Con il gruppo DaBoot sarà inoltre possibile provare la mototerapia per persone con disabilità.

-Nell’occasione ricorderemo con il Presidente in carica Roberto Parmeggiani e l’Onorario Claudio Imprudente  Andrea Canevaro ed Enrica Lenzi, due figure fondamentali per la lunga storia del CDH che ci hanno lasciato nelle scorse settimane.

Porteranno un saluto istituzionale la presidente del Quartiere San Donato – San Vitale Adriana Locascio e Cristina Ceretti, consigliera comunale con delega alla famiglia, disabilità e sussidiarietà circolare.

L’ingresso è libero e aperto a tuttǝ.

Vi aspettiamo!

 

Per ulteriori informazioni:

https://www.facebook.com/events/546863633606891/