IMPARIAMO A TESSERE!

Creatività, fantasia, concentrazione, manualità, calma interiore…Quante cose può generare l’attività della tessitura?  Lo scopriremo a “TessiStorie”, stage di tessitura a telaio, mercoledì 5 ottobre, dalle ore 18 alle ore 23, alla Casa Gialla-Biblioteca Spina di Bologna.

Lo stage si divide in un momento teorico sulle arti tessili ed in uno pratico in cui si utilizzano le tecniche più semplici. Lo stage è aperto a tutti. Lo stage è gratuito e occorre iscriversi inviando una mail a: tessutisonori@gmail.com entro venerdì 30 settembre.

“TessiStorie” è a cura di Tessuti Sonori, associazione che opera sul territorio bolognese e si occupa di Musica, Danza e Arti Creative, con lo scopo di promuovere tali arti in una forma non competitiva ma inclusiva e socializzante.

 

“TessiStorie” è un’azione del progetto “Casa Gialla For All”, cofinanziato con il contributo dell’Unione Europea nell’ambito di PON metro-Comune di Bologna. In collaborazione con: Bologna Biblioteche-Biblioteca Luigi Spina-Casa Gialla, Tessuti Sonori, Cooperativa Accaparlante.

 

Per arrivare: bus 20 e 14C capolinea Pilastro, oppure bus 55 e 35 fermata Pilastro.

Parcheggio per disabili su via Casini.

IL TRIO SPATACCHINI IN CONCERTO!

Alla Casa Gialla è ancora tempo di balli e musica!

Il Trio Spatacchini vi aspetta in concerto, venerdì 30 settembre, alle ore 21, a Casa Gialla-Biblioteca Spina, in via Tommaso Casini 3, a Bologna.

Il gruppo accompagnerà anche le danze delle tradizioni popolari europee e non che saranno proposte a tutti dall’Associazione Tessuti Sonori.

L’ingresso è libero e non servono esperienze pregresse, unico requisito: il piacere di stare insieme!

Nella stessa giornata, il laboratorio “Danza mondo-Stage di danze popolari internazionali”, dalle ore 18 alle ore 20. Per info sul laboratorio: tessutisonori@gmail.com

Tessuti Sonori è un’associazione che opera sul territorio bolognese e si occupa di Musica, Danza e Arti Creative, con lo scopo di promuovere tali arti in una forma non competitiva ma inclusiva e socializzante.

“Il Trio Spatacchini in concerto!” è un’azione del progetto “Casa Gialla For All”, cofinanziato con il contributo dell’Unione Europea nell’ambito di PON metro-Comune di Bologna. In collaborazione con: Bologna Biblioteche-Biblioteca Luigi Spina-Casa Gialla, Tessuti Sonori, Cooperativa Accaparlante.

 

Per arrivare: bus 20 e 14C capolinea Pilastro, oppure bus 55 e 35 fermata Pilastro.

 Parcheggio per disabili su via Casini.

 

 

 

 

 

Tutti in pista alla Casa Gialla!

“Danza mondo -Stage di danze popolari internazionali” vi aspetta, venerdì 30 settembre, dalle ore 18 alle ore 20, a Casa Gialla-Biblioteca Spina, in via Tommaso Casini 3, nel Quartiere Pilastro, a Bologna.

Lo stage è a cura dell’Associazione Tessuti Sonori che sul territorio si occupa di Musica, Danza e Arti Creative, con lo scopo di promuovere tali arti in una forma non competitiva ma inclusiva e socializzante.

È ancora possibile iscriversi al percorso, aperto a tutti, entro lunedì 26 settembre, basta a scrivere a: tessutisonori@gmail.com

“Danza mondo” è un’azione del progetto “Casa Gialla For All”, cofinanziato con il contributo dell’Unione Europea nell’ambito di PON metro-Comune di Bologna. In collaborazione con: Bologna Biblioteche-Biblioteca Luigi Spina-Casa Gialla, Tessuti Sonori, Cooperativa Accaparlante.

Per arrivare: bus 20 e 14C capolinea Pilastro, oppure bus 55 e 35 fermata Pilastro.

Parcheggio per disabili su via Casini.

 

 

EDUCARE ALLA MEMORIA, EDUCARE ALLA PACE

Mercoledì 21 settembre inizia ”Attualità della memoria”, la sesta edizione del Festival delle Biblioteche Specializzate di Bologna, in città fino a giovedì 24 novembre. 

L’iniziativa è a cura della rete “Specialmente in Biblioteca a cui anche il CDH aderisce. 

In programma mostre, proiezioni, percorsi itineranti e incontri che spazieranno tra diversi momenti e periodi della storia locale e nazionale, attingendo dal patrimonio bibliotecario di Istituti come Parri, Minguzzi, ma anche del Cassero, della Fondazione Gramsci, della Biblioteca Renzo Renzi e del Centro Studi Amilcar Cabral, per citarne alcuni. 

A fare da filo conduttore alle proposte la consapevolezza, purtroppo confermata dalla storia recente, del ruolo fondamentale che la cultura della memoria ha nella risoluzione non violenta dei conflitti. 

Il Centro Documentazione Handicap parteciperà al seminario “Un arcobaleno senza tempesta: educare alla pace, educare alla memoria”, giovedì 24 novembre alle ore 14:30 al Dipartimento di Scienze dell’Educazione, a una riflessione condivisa sul tema, rivolta alle studentesse e agli studenti, insieme a Roberto Mancini (Università di Macerata), Franco Lorenzoni (maestro della scuola primaria e fondatore Casa Laboratorio di Cenci-Amelia), Don Luigi Ciotti (Gruppo Abele-Torino). 

Presenteremo Anna Frank-per una memoria accessibile e condivisa”, riscrittura in simboli dei brani più significativi del diario (pubblicato in versione Inbook da Edizioni la meridiana) e del percorso che ha coinvolto un gruppo di ragazzi/e della Scuola Secondaria di primo grado Saffi con i loro insegnanti. 

 

In collaborazione con: Biblioteca “Mario Gattullo”, Dipartimento di Scienze dell’Educazione, Biblioteca FTER, Biblioteca CDH.

Alla Festa dell’Unità di Bologna

 

La Coop. Accaparlante e il Centro Documentazione Handicap saranno presenti anche quest’anno alla Festa dell’Unità di Bologna, al Parco Nord dal 25 agosto al 18 settembre, con due iniziative aperte tutti.

La prima, “Vado al massimo!”, si svolgerà mercoledì 14 settembre alle ore 19, all’interno dello Spazio Associazioni Luigi Pasquali, dove gli animatori con disabilità e gli educatori del Progetto Calamaio coinvolgeranno bambini e famiglie in un percorso a ostacoli di giochi accessibili e prove da superare con cui  divertirsi e sperimentare insieme l’inclusione e l’incontro con la diversità.

La seconda, “L’insegnamento di Andrea Canevaro: educazione, inclusione, comunità”, sarà invece un incontro pubblico che si terrà sabato 17 settembre alle ore 20 nella Sala David Sassoli e che vedrà l’intervento del Presidente Onorario del CDH Claudio Imprudente.

All’evento, dedicato all’indiscusso padre della pedagogia e della cultura dell’inclusione in Italia, parteciperanno anche numerosi esponenti della politica e del mondo dell’educazione regionale, tra cui: Elena Malaguti, Francesca Marchetti, Cristina Ceretti, Stefano Dani, Elisa Bortolazzi, Luigi Guerra, Daniele Ara. A moderare, la Professoressa associata in Didattica e Pedagogia Speciale dell’Unibo Federica Zanetti.

Per ulteriori info:

051 641.50.05 – 349 2481002.

 

LIBRI PER TUTTI. TUTTI PER LIBRI!

Un passo in avanti verso una maggiore accessibilità per Parimenti, la collana editoriale delle Edizioni la meridiana che pubblica libri semplificati con la scrittura easy to read e poi riscritti in simboli, rivolti a un pubblico di lettori giovani/adulti svantaggiati: ora sarà possibile acquistarli non solo in formato cartaceo ma anche in formato ebook.

Questo risultato è stato raggiunto grazie a “Libri per tutti. Tutti per i libri”, un progetto presentato – dall’associazione Centro Documentazione Handicap di Bologna in collaborazione con la cooperativa Accaparlante, – al bando “Lettura per tutti 2020”, un’iniziativa rivolta ai temi dei libri accessibili e dei contesti di lettura inclusivi per tutti.

Il progetto è stato selezionato dal Centro Italiano del libro e della lettura (Cepell), promotore del Bando, fra i primi 10 progetti a livello nazionale.

Fra le azioni previste da “Libri per tutti. Tutti per i libri”, c’è la realizzazione della versione ebook dei libri della Collana Parimenti con l’obiettivo di aumentare le modalità con cui le storie possono venire lette da persone con bisogni diversificati.

La collana editoriale Parimenti. Proprio perché cresco nasce da un progetto condiviso tra Edizioni la meridiana e il CDH/Accaparlante di Bologna. La collana ha lo scopo di sviluppare libri in simboli rivolti a persone con disabilità cognitive, favorendo l’accessibilità a un pubblico di lettori giovani-adulti fino ad ora non raggiunti da alcun editore. Parimenti parte dal presupposto di offrire a tutti (tutte le menti) pari possibilità di accessibilità alla lettura e dunque alla conoscenza, premessa irrinunciabile per un esercizio attivo della cittadinanza. Proprio perché cresco è la risposta al bisogno da parte dei ragazzi di avere strumenti (in questo caso libri) adatti alla loro età e simili nei contenuti ai libri dei loro coetanei.

Per acquistare i libri della collana
https://www.lameridiana.it/collane.html?cat=85

 

Giochi Antirazzisti 2022!

Ci saranno anche il Progetto Calamaio e la Coop. Accaparlante, i prossimi venerdì 8 e sabato 9 (al pomeriggio) e  domenica 10 luglio (alla mattina), alla nuova edizione dei Giochi Antirazzisti, quest’anno al Centro sportivo Bonori (Dozza) nel Parco Nord di Bologna (Via Romita 2).

La nostra squadra inclusiva, composta da giocatori con disabilità e non, parteciperà nel pomeriggio al torneo di calcio a sette, accanto ad oltre cento squadre provenienti da tutta Europa.

Non più solo “mondiali” ma “giochi” che coinvolgeranno i partecipanti anche in altre discipline sportive come pallavolo, basket e rugby, oltre che in esibizioni di lotta greco romana, giochi da tavolo, capoeira, skateboard e quidditch.

Tutti i tornei si giocheranno senza arbitri, ma solo con giudici di campo incaricati di monitorare tempo e punteggio e di far rispettare i valori e le regole del torneo.

Lo sport, le parole che lo compongono spesso lo confermano (attacco, cannonata, bomba), è ancora una metafora della guerra e sempre di più si lega a episodi di razzismo, omofobia, discriminazione di genere, doping e sperpero di denaro.

Contro questa visione si pongono perciò i Giochi Antirazzisti, opponendosi a ogni discriminazione e valorizzando lo sport inteso come un tempo libero capace di veicolare i valori della cooperazione e dell’accoglienza.

Numerosissime le Ong e le associazioni coinvolte anche per l’edizione 2022, una vera e propria “alleanza popolare” che dal basso sceglie di cambiare la cultura attraverso il gioco e il divertimento.

Qui l’elenco e gli orari delle nostre partite:

8/7/2022
ore 19 CDH- Hsl Pizzoli F.c.
9/7/2022
ore 12 CDH- Real Bologna
ore 14 CDH-Dortmund Union
ore 18 CDH-Progetto Ultrallallà
10/7/2022
ore 10 CDH-Fc Acabradabra

 

A coordinare la parte culturale del festival sarà l’Arci Bologna, mentre il Bologna Rugby –che ha dato via alla realtà del Giallo Dozza, la squadra di rugby dei detenuti del carcere Dozza – ospiterà l’evento nel proprio centro sportivo ed Estragon si occuperà della programmazione musicale, che spazierà dai gruppi ska alla musica afrobrasiliana.

 

Per ulteriori informazioni sulle partite di Accaparlante:

luca.cenci@accaparlante.it

IL MIO AFGHANISTAN A SALABORSA LAB

Nuovo appuntamento con i libri di Edizioni la meridiana nello spazio Salaborsa Lab Roberto Ruffilli, inaugurato da poche settimane in vicolo Bolognetti 2 a Bologna.

Giovedì 23 giugno alle 17.30, Gholam Najafi presenterà il suo libro Il mio Afghanistan, nella versione tradotta in simboli di Comunicazione Aumentativa e Alternativa per la collana “Parimenti. Proprio perché cresco”. A dialogare con l’autore, il giornalista Nicola Rabbi del Centro Documentazione Handicap di Bologna.

La storia di rifugiato di Najafi, giunto in Italia come minore straniero non accompagnato, diventa accessibile anche ai giovani lettori con disabilità linguistiche e cognitive, o a chi ha difficoltà ad affrontare i testi tradizionali, grazie alla traduzione del gruppo di lavoro integrato “Librarsi”, condotto dal Progetto Calamaio della Cooperativa Accaparlante.

All’interno del volume le illustrazioni di Camilo De La Cruz, che interverrà durante l’incontro con l’autore insieme alla collega Tatiana Vitali, animatrice con disabilità del Calamaio e partecipante al laboratorio.

L’ingresso alla presentazione è libero fino a esaurimento posti.

 

Per ulteriori informazioni:

www.bibliotecasalaborsa.it

LABORATORI PER LA CURA DI SE’

Lunedì 27 giugno inizia “LABORATORI PER LA CURA DI SÉ. Pratiche di bellezza e cura di sé”, un progetto di Ilaria Incusci, docente ECIPAR ed esperta in materia estetica.

Il percorso laboratoriale si svolgerà in tre incontri gratuiti, lunedì 27 giugno, martedì 5 e 12 luglio, dalle ore 10:30 alle ore 12:30, presso il Centro Documentazione Handicap di Bologna (Via Pirandello 24), coinvolgendo quattro animatrici con disabilità del Progetto Calamaio e due adolescenti tra i 15 e i 18 anni del Quartiere Pilastro.

“LABORATORI PER LA CURA DI SÉ. Pratiche di bellezza e cura di sé” si propone come uno spazio di scambio su consigli pratici e rimedi legati all’estetica, attingendo a varie tradizioni e mirando all’acquisizione di nuove conoscenze, con l’idea di aumentare i livelli di consapevolezza e autostima delle partecipanti, a partire dalla valorizzazione delle identità di ognuna e riconoscendo nelle differenze una fonte di arricchimento.

Prendersi cura del proprio aspetto, anche (e soprattutto) nei momenti di crisi personale o relazionale, come di difficoltà economica e/o lavorativa, può infatti rappresentare un’esperienza che permette a tutti di affrontare e vivere il presente con maggiore energia e fiducia nelle proprie capacità.

All’interno del corso saranno così trasmessi consigli teorici e pratici con la finalità di rendere le partecipanti il più possibile autonome nel prendersi cura di loro stesse, con l’uso di prodotti semplici e naturali, materie prime a basso costo e strumenti estetici utili alla cura di sé.

“Scoprire, conoscere, imparare, considerare, scegliere, ascoltare”, solo alcuni degli infiniti che saranno coniugati per iniziare a prendersi cura della propria immagine e del proprio corpo.

 

Per ulteriori informazioni e iscrizioni:

Barbara Rodi – barbara.rodi@accaparlante.it

340/7822002

 

“Laboratori per la cura di sé” è sostenuto dai Servizi di mediazione di comunità, sviluppo imprenditoria sociale e/o inserimenti lavorativi e implementazione Agenzia locale di Sviluppo PIlastro Distretto Nord-Est – Il progetto fa parte del Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie.

UNA FESTA PER I 40 ANNI DEL CDH

Cominciamo i festeggiamenti di un importante compleanno, il nostro!

Appuntamento giovedì 16 giugno, dalle ore 17:30 in poi, presso gli spazi della Fattoria Urbana di Bologna, in via Pirandello 3, al Pilastro.

Animazioni per bambini a cura degli educatori e degli animatori con disabilità del Progetto Calamaio, attività e incontri con ospiti istituzionali saranno accompagnati da crescentine, tigelle e dj-set con karaoke.

Sono ormai passati 40 anni dalla nascita del Centro Documentazione Handicap di Bologna, la prima Biblioteca Specializzata in Italia sui temi della disabilità e della diversità.

Dagli esordi del 1982 con AIAS Bologna, molteplici sono le evoluzioni che hanno accompagnato il lavoro del primo nucleo di persone con disabilità e non che si è unito attorno a un vero e proprio pugno di libri e al progetto editoriale della rivista “Hp-Accaparlante”, cominciando così a portare anche l’handicap al centro del dibattito culturale.

Nel 1996 poi, nasce l’Associazione CDH che oggi conosciamo e con lei tutti i successivi progetti che ne sono seguiti legati alla formazione, alla collaborazione con enti, associazioni e istituzioni dentro e fuori il territorio nazionale, all’impegno nel mondo dell’editoria, della cultura e della lettura accessibili.

Un‘importante eredità che desideriamo continuare a far crescere, consci che non c’è cultura senza diversità e che la diversità è cultura.

Ecco il programma della serata:

-A partire dalle ore 17.30, animazioni per bambine e bambini, aperitivo con tigelle e crescentine,

-Una mostra con le tavole di Camilo De La Cruz, un breve monologo teatrale di Sara Foschi, musica con DJ-Set e karaoke e tanto altro.

-Con il gruppo DaBoot sarà inoltre possibile provare la mototerapia per persone con disabilità.

-Nell’occasione ricorderemo con il Presidente in carica Roberto Parmeggiani e l’Onorario Claudio Imprudente  Andrea Canevaro ed Enrica Lenzi, due figure fondamentali per la lunga storia del CDH che ci hanno lasciato nelle scorse settimane.

Porteranno un saluto istituzionale la presidente del Quartiere San Donato – San Vitale Adriana Locascio e Cristina Ceretti, consigliera comunale con delega alla famiglia, disabilità e sussidiarietà circolare.

L’ingresso è libero e aperto a tuttǝ.

Vi aspettiamo!

 

Per ulteriori informazioni:

https://www.facebook.com/events/546863633606891/