Una scuola, due lingue: l'integrazione dei bambini sordi nella scuola comune

( Fonte: Scheda sintetizzata da www.piemonte.istruzione.it/scuola-settimana/cossato.shtml )

A partire dall'a.s. 1994/95 presso la Scuola dell'Infanzia Statale di Cossato Centro e presso la scuola primaria di Cossato Capoluogo è in atto un progetto di bilinguismo "Lingua Italiana dei Segni (LIS)
Lingua Italiana" per l'integrazione dei bambini sordi nella scuola comune.
Dal 2002/03 il progetto è proseguito nella scuola secondaria di primo grado "Leonardo da Vinci" di Cossato, in rete con la Direzione Didattica.
Il progetto è finanziato con un Accordo di Programma che coinvolge la Provincia di Biella, la Regione Piemonte, il Comune di Cossato, il Consorzio dei Comuni Biellesi, il Comune di Biella, il CISSABO, l'IRIS, l'ASL 12, e con un protocollo di Intesa con la Fondazione Cassa di
Risparmio di Biella.
Il progetto si propone di integrare i bambini sordi nella scuola"comune", formando un gruppo di alunni sordi (vi è la necessità che i sordi stiano con altri sordi) che acquisiscono la LIS come lingua
naturale + alunni udenti che impiegano la LIS come seconda lingua il più precocemente possibile (cioè partendo dalla scuola dell'infanzia) con l'apporto di operatori esperti in LIS (interpreti e docenti LIS).
Gli alunni sordi frequentano regolarmente la scuola per l'intero orario (8 ore giornaliere nella scuola dell'infanzia e nella scuola elementare; tempo prolungato nella scuola media).
Nella scuola dell'infanzia i bambini sordi formano, con altri bambini udenti, un gruppo omogeneo per età; con tale gruppo, oltre alle normali maestre, operano l'insegnante di sostegno, l'educatore sordo e l'interprete LIS.
Il gruppo di bambini sordi più udenti (col supporto delle figure specializzate) partecipa ai normali "laboratori" previsti dall'organizzazione didattica della scuola e, per circa un'ora al
giorno, al "laboratorio di LIS" (inteso come laboratorio di seconda lingua per i bambini udenti e di lingua naturale per i bambini sordi) con la guida dell'educatore sordo.
Nella scuola elementare e nella scuola media gli alunni sordi, insieme con i compagni udenti, seguono le normali lezioni con il supporto dell'interprete, dell'insegnante di sostegno e del docente LIS.
In orari stabiliti, tutti gli alunni frequentano il "laboratorio di LIS"con la guida del docente LIS.
Il bilinguismo favorisce l'integrazione degli alunni sordi con quelli udenti: infatti, comunicando con due lingue diverse, c'è la possibilità di un completo scambio di conoscenze. E' in pratica un doppio canale di informazioni che passa attraverso la LIS e la Lingua Italiana.
Gli alunni sordi e gli alunni udenti imparano naturalmente e usano
quotidianamente la LIS per comunicare fra loro, con l'aiuto
dell'interprete o dell'insegnante di sostegno.
Gli alunni sordi seguono le normali attività scolastiche, come i compagni udenti. Le attività con gli alunni sordi sono svolte privilegiando la comunicazione visiva, basandosi sulla cultura delle
immagini che risulta fondamentale nello sviluppo del bambino.
Le attività sono programmate settimanalmente da tutti i docenti insieme con gli operatori esperti e gli interpreti; il progetto è verificato periodicamente con il servizio di logopedia di Biella; il progetto stesso è inoltre supportato dalla consulenza del C.N.R e dal Mason Perkins Deafness Fund.
Dall'a.s. 1999/2000 è iniziato un progetto di verifica e monitoraggio sistematico delle competenze raggiunte dai bambini sordi e udenti nella Lingua dei Segni. Dall'anno 2000/01 è anche
iniziato un progetto di verifica e monitoraggio degli aspetti psicosociali e relazionali fra bambini sordi e udenti.

Insegnanti
Le insegnanti curricolari attuano le metodologie e l'organizzazione progettata nell'ambito della programmazione educativa e didattica, e si dedicano prevalentemente all'intervento educativo e didattico rivolto a tutti i bambini, udenti e sordi. Tutte le insegnanti hanno frequentato o
frequentano appositi corsi di LIS organizzati annualmente dalla scuola.
Viene inoltre mantenuto un confronto continuo con le logopediste e il gruppo di lavoro sia sull'impostazione delle attività didattiche, sia sulle difficoltà che la situazione comunicativa può porre. L'insegnante di sostegno svolge il ruolo di mediazione fra la comunicazione verbale
del gruppo degli udenti e le esigenze dei bambini sordi, affiancando
costantemente la figura dell'operatore docente LIS e dell'interprete.

Interprete LIS
Questa figura ha il compito prevalente di tradurre agli alunni sordi quanto viene detto dalle insegnanti. Funge inoltre da supporto linguistico per le insegnanti curricolari e di sostegno. Altro ruolo molto importante è quello di fornire agli adulti udenti un modello di corrette modalità di total comunication in un ambiente misto di sordi e udenti.

Educatore docente sordo
Nella scuola dell'infanzia (educatore sordo) questa figura ha una
triplice funzione:
essere presente durante le attività didattiche della mattinata come adulto sordo che utilizza e propone a tutti i bambini, e in particolare ai bambini sordi, la LIS. In questo modo i bambini sordi sono inseriti in un tipo di comunicazione per loro accessibile e possono ricevere tutte le informazioni riguardo le attività svolte. Gli altri bambini hanno la possibilità di riferirsi anche a questa lingua per loro nuova. Precedentemente le insegnanti hanno comunicato all'operatore sordo i contenuti delle attività tramite la mediazione dell'insegnante di sostegno dell'interprete, permettendogli di inserirsi positivamente nel contesto delle attività medesime;
Curare il laboratorio di apprendimento della LIS frequentato dal gruppo misto (alunni sordi + udenti);
Fungere da insegnante di LIS per le insegnanti nei corsi di aggiornamento e formazione.

Nella scuola elementare e nella scuola media:
Gestire il laboratorio di apprendimento della LIS frequentato dal gruppo misto (alunni sordi + udenti);
Svolgere il ruolo di referente linguistico per gli insegnanti;
Fungere da insegnante di LIS per le insegnanti nei corsi di aggiornamento e formazione.

La scuola: Direzione Didattica di Cossato
Piazza Angiono, 24
13836 Cossato (Biella)
Tel: 015 93019 Fax: 015 9840126
email: d.d.cossato@libero.it <mailto:d.d.cossato@libero.it

Scheda sintetizzata da www.piemonte.istruzione.it/scuola_settimana/cossato.shtml

Per approfondire: "UNA SCUOLA, DUE LINGUE - L'esperienza di bilinguismo della scuola dell'Infanzia ed Elementare di Cossato" FrancoAngeli Milano, nell'ambito della collana "Scienza della formazione").