2009/1 (monografia su educazione, animazione e creatività)

Sport agevoli - Basket in carrozzina e scuola: una nuova concazione del divertimento

20/10/2011 - di Andrea Margini

Il mio lavoro principale è quello di insegnante di sostegno in una scuola secondaria di primo grado, una professione che svolgo ormai da 15 anni e che mi ha sempre stimolato e interessato. Una delle domande più belle che mi ha rivolto un alunno di una terza è stata: “Ma Lei prof, cosa insegna?”. Mi è piaciuta molto questa curiosità, sia perché espressa con la passione di chi da tempo cercava una categoria dove inserirmi, sia perché mi ha dimostrato che non sono stato percepito come il “prof di un certo alunno”.

Lo sguardo del Sud - La comunità che riabilita: l'esperienza dei Fisioterapisti Senza Frontiere

20/10/2011 - a cura di Nadia Luppi

Come intervenire sui deficit fisici in Paesi dove la disabilità è affrontata con strumenti sanitari ma anche antropologici e culturali molto diversi dai nostri? Abbiamo intervistato il dottor Enrico Ferrucci, Presidente della sezione emiliana del gruppo di coordinamento “Fisioterapisti Senza Frontiere”, fondato a Bologna nel 1997 con l’intento di veicolare e condividere le esperienze di fisioterapisti che avevano preso parte a progetti di cooperazione internazionale in Paesi in Via di Sviluppo e ragionare sulle diverse modalità d’intervento possibili.

Beati noi - Persona diversamente comunic-abile

20/10/2011 - di Stefano Toschi

Della recente vicenda di Eluana Englaro, la giovane in stato vegetativo permanente dal 1992 in seguito a un incidente, colpisce una cosa, fra le tante. Per lei, ora, il padre chiede l’eutanasia, da procurarsi per mezzo della sospensione del nutrimento che le viene somministrato per via parenterale. Sembra che la causa del dibattimento sulla liceità dell’indurle la morte sia un difetto di comunicazione, in vari sensi.

Sul grande schermo - Educare allo sguardo: alcune considerazioni e un pizzico di pratica

20/10/2011 - di Carlo Ridolfi

La relazione fra cinema ed educazione, soprattutto nella scuola italiana, dove alla buona volontà di molti singoli insegnanti fa barriera una tradizionalissima arretratezza dei programmi e delle didattiche, è spesso una relazione pericolosa.

Progetto di vita - Una casa domotica? No, didattica!

20/10/2011 - di Valeria Alpi

Una villetta a schiera come tante altre, su tre piani, in una via di Bologna. Ho appuntamento a casa di Valentina Zincati, una giovane donna con disabilità, che mi aspetta per mostrarmi la sua abitazione domotica. Arrivo, e il cancello si apre, percorro un breve percorso con una rampa, e non mi stupisco perché so che Valentina usa la carrozzina per muoversi. Finita la rampa mi si apre davanti una porta blindata, senza che io debba toccare niente, ed eccola, Valentina, nella sua casa.

Donne con le gonne - Fotoromanzi, belletti e reggiseni imbottiti

20/10/2011 - a cura di Valeria Alpi

Nel marzo del 2007, in occasione della Festa della Donna, si tenne a Bologna un importante convegno intitolato “Al silenzio…, all’imbarazzo…, all’invisibilità. Tra femminile e disabilità”. Importante perché declinava al femminile alcune tematiche riguardanti il deficit, soffermandosi su aspetti propri dell’essere donne: la cura di sé e del proprio corpo, la bellezza, la maternità, il rapporto con la propria madre… Importante perché fece emergere come tanti aspetti fossero comuni a tutte le donne, e non specifici delle donne disabili: ad esempio il rapporto conflittuale con la madre, o il rapporto conflittuale con lo specchio, o l’ansia di non saper gestire un neonato…

Il magico Alvermann - "Dove si va, papà?"

20/10/2011 - a cura di Valeria Alpi

Caro Mathieu,
Caro Thomas,

Quando voi eravate piccoli, ho avuto qualche volta la tentazione, a Natale, di regalarvi un libro. […] Non l’ho mai fatto, non ne valeva la pena, voi non sapevate leggere. Non saprete mai leggere. Fino alla fine, i vostri regali di Natale saranno dei cubi o delle macchinine…

Informazione sociale - La solitudine dei numeri giornalistici

20/10/2011 - di Annalisa Bolognesi

L’ideologia dei numeri sta travolgendo l’informazione. Nell’ambito dell’economia e della cronaca, così come altrove, sempre più spesso i dati vengono oggi considerati non solo una necessità, ma anche una sorta di nuova forza argomentativa, la prova oggettiva che, invece di completare, tende piuttosto a sostituire l’inchiesta e la ricerca sul campo.

Spazio Calamaio - Una chiacchierata con gli animatori del Progetto Calamaio

20/10/2011 - a cura di Roberto Parmeggiani

Il Progetto Calamaio è rivolto ai bambini e ai ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado e parte dalla nostra esperienza personale, dall’accettazione della nostra diversità, dalla consapevolezza di come noi ci mettiamo in relazione con gli altri, dal nostro percorso individuale di crescita personale come individui, persone con disabilità, professionisti dell’educazione e formazione.

Europa Europa - L'estetica dell'accessibilità. L'esperienza della compagnia teatrale Graeae

10/10/2011 - di Massimiliano Rubbi

Per molti attori hollywoodiani (normodotati), l’interpretazione di un protagonista con disabilità è stata cercata come la consacrazione di una professionalità, spesso premiata con i massimi riconoscimenti; ben più raro è che un attore o un’attrice con disabilità, quando riescono a emergere, vengano scelti per personaggi che non siano incentrati sul loro deficit. Ancor più raro, se possibile, è che l’accessibilità delle rappresentazioni sceniche sia garantita non appiccicandovi gli strumenti tecnici necessari, bensì integrandoli entro il testo artistico stesso.

Condividi contenuti