Testimonianze-Esperienze

Silvana Valente: "lo sport incoraggia l'autonomia"

01/01/2005 - Daniele Barbieri

Le coppe vinte si mescolano alle conchiglie nella sua casa a Schio. È campionessa per passione e masso-fisioterapista per lavoro: il computer è appoggiato su un lettino, il telefono squilla per

Melissa Milani:"L'insegnante di educazione fisica"

01/01/2005

L' insegnante di educazione fisica non deve lasciare i ragazzi disabili esonerati in partenza

Riccardo Rutigliano: "Lo sport porta benefici psicologici, comportamentali e sociali"

01/01/2005 - Daniele Barbieri

Lo stereotipo del milanese (ma è di lontane origini pugliesi) viene confermato: Riccardo Rutigliano è sempre indaffarato, anche durante l’intervista lo chiamano di continuo. Non per caso l’unico modo di fare due chiacchiere con lui era raggiungerlo alla sede della Uildm (Unione italiana lotta alla distrofia muscolare).

Volti di donne

01/01/2005 - Valeria Alpi

Con alcune di queste donne ho parlato solo per telefono; altre le ho incontrate di persona; una di loro l’ho “trovata” frequentando per qualche tempo un forum di discussione sul sito www.superabile.it,

Limiti fisici, psicologici, sociali: aspetti generalizzabili

01/01/2005 - Valeria Alpi

Prima di partire materialmente con le interviste, ho avuto uno scambio “epistolare” via e-mail con Delphine Siegrist, una giornalista francese, autrice del libro Osez être mère

"La madre resti tu. E tuo figlio lo sa benissimo"

01/01/2005 - Valeria Alpi

Quando ho realizzato le interviste, mi sono resa conto che neppure per me era facile fare tutte le domande che avevo in mente. Alcune di esse potevano risultare fastidiose e spinose per le mie interlocutrici,

Un fantasma in pizzeria: è la sindrome di Down

01/01/2005 - Francesco Ghighi di Paola

Il lavoro nobilita l’uomo e la donna, lavorare con lentezza, l’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro, il posto di lavoro è aggregazione, lavorare meno lavorare tutti, ma lavorare

Lettere al direttore

01/01/2005 - Claudio Imprudente

Diversamente dalle altre uscite, per questo numero di HP-Accaparlante sento la necessità di fare una piccola premessa alla rubrica. Entrambe le e-mail riportate, infatti, fanno riferimento a un

Durante e dopo di noi

01/01/2005 - Alessandra Peterzoli

 

Ci sono in Italia circa centomila persone con handicap grave per le quali la rete dei servizi mostra difficoltà a fornire risposte adeguate, soprattutto dirette all’autonomia e alla

Il ruolo dell'educatore in un centro educativo

01/01/2006 - Giovanna Di Pasquale, Nicola Rabbi


La storia personale e il ruolo dell’educatore

Per me il lavoro che svolgo in un centro educativo per persone con deficit medio-grave ha significato e significa instaurare una relazione

Condividi contenuti