Scuola ed educazione

Meno sostegno più inclusione - Il Messaggero di Sant'Antonio, gennaio 2011

17/01/2011 - Claudio Imprudente
imagesCAS31GGH.jpg

Di questi tempi, quando scarico la posta, vengo giustamente bersagliato da comunicati stampa sulla carenza di insegnanti di sostegno e sulla ritrosia dei docenti a svolgere questo ruolo. Più volte io stesso mi sono espresso sull’argomento.

Meno sostegno più inclusione

17/01/2011 - Claudio Imprudente
imagesCAS31GGH.jpg

Di questi tempi, quando scarico la posta, vengo giustamente bersagliato da comunicati stampa sulla carenza di insegnanti di sostegno e sulla ritrosia dei docenti a svolgere questo ruolo. Più volte io stesso mi sono espresso sull’argomento.

Grande Calamaio Show

27/12/2010 - Gruppo Calamaio di Reggio Emilia
3 disabili

Il Gruppo Calamaio di Reggio Emilia, anche quest’anno riparte “alla carica” e stavolta approda a Vezzano sul Crostolo, presso la Scuola Secondaria di I°.
Il Percorso fatto da Marzia, Tristano e Stefania insieme alla classe 2°B è stato interessante e positivo. All’inizio, per conoscerci meglio

Il Rapporto del Censis, il desiderio, la scuola - Superabile, dicembre 2010 - 2

20/12/2010 - Claudio Imprudente
Censis

Il 3 dicembre scorso il Censis ha diffuso il suo 44° Rapporto sulla situazione sociale del nostro Paese. A prescindere dalle personali opinioni riguardo alla credibilità ed alla capacità descrittiva e profetica delle scienze statistiche e sociologiche, il Censis, quantomeno negli ultimi anni, fornisce delle chiavi di lettura molto interessanti e, per certi versi, inquietanti. Spesso, però, l'inquietudine può essere un sentimento che spinge alla reazione, piuttosto che ad una stasi inerme.

Insegnanti di sostegno al tempo della crisi

10/12/2010 - Claudio Imprudente
prof.gif

Tempo fa mi aveva colpito una notizia riportata dal quotidiano "La Repubblica" che così titolava "Mancano trenta prof di sostegno. Lacoppola: «Nessuno vuole farlo»" (23 ottobre u.s.).

Vento che dissolve la nebbia

01/12/2010 - Claudio Imprudente
uuu12.jpg

Spesso, in occasione o in prossimità del Natale, scrivo degli articoli-dono che lascio volentieri sotto il vostro albero di Natale. Per questo mese di dicembre il dono è la lucidità e l’intelligenza calda (non distaccata o altezzosa) che mamma Elisa ha voluto condividere prima con me e poi, tramite me, con voi. Allo stesso tempo, questo articolo può essere letto come una proposta di dono (reciproco) per il prossimo anno. Una sorta di promessa che tacitamente potremmo farci. Più avanti capirete il perché.

L'integrazione prima della legge: un caso felice - Superabile, Novembre 2010 - 2

29/11/2010 - Claudio Imprudente
bambine_150x124[1].jpg

Nel numero di luglio-agosto 2010 "Una Città" (rivista che consiglio vivamente, online e cartacea) ha pubblicato un'intervista di Barbara Bertoncin a Martina Gerosa, architetto urbanista milanese, ricercatrice Linear, nonché cara amica del Centro documentazione handicap di Bologna, con il quale in più occasioni ha avuto modo di collaborare.

L'integrazione prima della legge: un caso felice

29/11/2010 - Claudio Imprudente
bambine_150x124[1].jpg

Nel numero di luglio-agosto 2010 "Una Città" (rivista che consiglio vivamente, online e cartacea) ha pubblicato un'intervista di Barbara Bertoncin a Martina Gerosa, architetto urbanista milanese, ricercatrice Linear, nonché cara amica del Centro documentazione handicap di Bologna, con il quale in più occasioni ha avuto modo di collaborare.

Una stanza tutta per noi

23/11/2010 - Annalisa Brunelli e Giovanna Di Pasquale

La documentazione come occasione di condivisione delle esperienze. Documentare le attività di “A regola d’arte” il laboratorio sull’arte presente ad Habilandia, il Centro polivalente del Comune di San Lazzaro di Savena  in cui si svolgono attività con  ragazzi .

Il particolare? Serve a coprire il generale

15/11/2010 - Claudio Imprudente
scuolabus[1].jpg

Su "La Repubblica" di qualche giorno fa, un articolo descriveva in questi termini la situazione delle scuole della provincia di Roma:

"Sono sempre di più i bambini e i ragazzi che nella Capitale hanno bisogno di un insegnante di sostegno. Solo quest´anno le richieste hanno toccato quota 16.600, a fronte di circa 6.250 posti disponibili. Un rapporto tra docenti e diversamente abili che sfiora quasi l'uno a tre. Poco o nulla rispetto alle esigenze reali".

Condividi contenuti