Scuola ed educazione

Con i guanti bianchi la musica passa per la disabilità

20/09/2012 - a cura di Emanuela Marasca

Il programma di Educazione del Sistema Nazionale di Orchestra Giovanile e Infantile del Venezuela è un progetto nazionale creato dal maestro Josè Antonio Abreu, venezuelano che ha meritato il riconoscimento mondiale per lo sviluppo dell’azione sociale attraverso la musica.

Sport agevoli - Oggi gioco anch’io!

10/09/2012 - di Tristano Redeghieri

Per dieci anni sono stato responsabile di un progetto, denominato “L’Ottavo Giorno”, che aveva come scopo primario quello di integrare nella società soggetti disabili giovani e adulti attraverso il divertimento. Il mio compito era quello di organizzare il tempo libero di una trentina di soggetti in situazione di handicap proponendo loro attività ludiche di vario tipo.

Lettere al direttore - Risponde Claudio Imprudente

03/08/2012 - Claudio Imprudente
 
Ciao! Ti leggo sempre, quindi mi sembra di conoscerti, spero non ti dispiaccia se ti do del tu (non mi sembri un tipo che si formalizza). Ti scrivo per chiederti un’opinione su un tema che mi sta molto a cuore. Ho fatto la visita per l’invalidità civile e risulto parzialmente invalida al lavoro. IN-VALIDO cioè non valido.

Sport agevoli - Il Baskin: uno sport integrante e umanizzante

30/07/2012 - Antonio Bodini, di Alexy Valet, Fausto Capellini Associazione Baskin

Il Baskin è un nuovo sport nato a Cremona nel 2002. Sta vivendo uno sviluppo importante nel Nord Italia, suscitando l’interesse crescente di vari mondi: l’universo scolastico, la realtà sportiva, il settore specializzato (nella disabilità) e il campo universitario.

Lo sguardo del sud - Muyeye: a scuola con Le Parole Ritrovate

30/07/2012 - a cura di Nadia Luppi

A pochi kilometri da Malindi, località della costa kenyana ben nota al turismo mondiale e soprattutto a quello italiano, sorge Muyeye, un piccolo villaggio i cui abitanti non hanno beneficiato in alcun modo dei guadagni e degli affari che crescono tra spiagge, alberghi e resort.

Con Calimero aumenta il Pil, Superabile, Luglio 2012

02/07/2012 - Claudio Imprudente
Calimero.JPG

Come recitava l’Olandesina a Calimero nel noto Carosello degli anni Sessanta: “Siamo alle solite…”.  Nonostante quest’anno scolastico si sia chiuso con nuove e gravi difficoltà, dall’attentato di Brindisi al terremoto in Emilia Romagna, restano ancora in ballo vecchi e irrisolti quesiti. Tra questi l’ormai storica e annosa domanda: la disabilità è una risorsa o un peso per la collettività?

La soffitta dell'integrazione- Quarta ed ultima parte- Superabile, Maggio 2012

30/04/2012 - Claudio Imprudente
soffitta 4.jpg

Sta ancora piovendo...Non vuole proprio venire la bella stagione. Chissà, mi chiedo, se ho chiuso bene il lucernario...uffa, mi toccherà andare ancora su in soffitta! Ci vado ed eccolo lì...il cassetto di Irene. È un bel po' in disordine... Del resto, dopo tutto il tempo che siamo rimasti a frugarci dentro insieme! In quel cassetto abbiamo trovato tante cose, come la storia di una bambina che, grazie alle preziose chiavi di lettura che ci ha fornito la sua mamma, ci ha parlato a lungo di fiducia, relazione e creatività.

La soffitta dell'integrazione- Terza parte- Superabile, Aprile 2012

26/04/2012 - Claudio Imprudente
soffitta terzo articolo.jpg

Ho udito uno strano tonfo al piano superiore. Ancora tu, si sarebbe chiesto Lucio Battisti? Già. E meno male che questa soffitta ha l'ascensore! Era caduto un quaderno con delle immagini: i disegni di Irene. Cosa posso dirvi? Sentiamo cosa mi ha raccontato ancora la sua mamma:

La soffitta dell'integrazione- Seconda parte- Superabile, Aprile 2012

23/04/2012 - Claudio Imprudente
soffitta-seconda parte.jpg

Dunque, dove eravamo rimasti? Ah, già, nella soffitta dell'integrazione, dove la mamma di Irene aveva ritrovato le chiavi di quel vecchio cassetto... Bene, in quel cassetto c'erano altre bellissime pagine che, con leggerezza, ci parlano ancora di relazione:

La soffitta dell'integrazione- Prima parte- Superabile, Aprile 2012

12/04/2012 - Claudio Imprudente
soffitta1.jpg

Spesso ci siamo ritrovati a parlare di problemi di integrazione scolastica, di insegnanti con poca formazione e di genitori forse troppo distratti. Un mio sogno nel cassetto invece, era finalmente poter scrivere di integrazione reale, di una scuola che funziona. La mamma di Irene ha trovato per me le chiavi di quel cassetto, riposto nella soffitta della mia esperienza. Il suo racconto, che vi somministrerò a piccole dosi, narra di una sfida nella sfida, parla di creatività e fiducia come sfondo integratore.

Condividi contenuti