Sanità e riabilitazione

Pensare positivo

01/01/1999 - Marco Espa

L’A.B.C.(Associazione Bambini Cerebrolesi) è una giovane associazione impegnata a sottolineare l’importanza della famiglia nel processo di riabilitazione. Proviamo a risillabare l’alfabeto dei servizi con l’aiuto del presidente dell’A.B.C.

Il lavoro di cura nella quotidianità

01/01/2000 - Giovanna Di Pasquale

Il lavoro di cura si realizza in una relazione tra persone. Seguiamo il suo farsi e ci muoviamo verso il terreno della condivisione e della differenza. Vediamo all’opera ruoli diversi tra chi cura e

Dove appare la cura: tra eccezionale e quotidiano

01/01/2000 - Cristina Calmieri (*)

Se la cura educativa è individuata in alcuni attimi, che abbiamo visto condensarsi attorno ad alcuni elementi, è importante chiedersi dove appare: in quali luoghi, in quali contesti, in quali spazi,

Dare forma al quotidiano. L'accoglienza nel Ser.T.

01/01/2000 - Davide Rambaldi

Il processo di accoglienza in un Ser.T. è parte integrante e fondante il progetto terapeutico del servizio; esso caratterizza e qualifica il Ser.T. come istituzione pubblica di cura e aiuto ed imposta

Se la riabilitazione diventa un abuso

01/01/1994 - Cristina Pesci

Violenza e riabilitazione sono due termini che nell'immagine comune difficilmente riusciamo a vedere affiancati. Se questo pensiero si fa strada nell'esperienza di qualcuno coinvolto come familiare, operatore o utente del processo di riabilitazione, la più spontanea reazione è quella di accantonare una problematica che troppo profondamente intaccherebbe l'idea stessa della "cura", dell'aiuto all'altro, della risposta ad un bisogno.

Riabilitazione virtuale

01/01/1994 - Nicola Rabbi

Le possibilità offerte dalla realtà virtuale hanno già delle applicazioni pratiche, ancora poche e in fase sperimentale, che permettono, senza far volare l'immaginazione verso scenari fantascientifici, di verificare fin da adesso la loro utilità. E' il caso della riabilitazione neuromotoria di un paziente disabile, dell'addestramento dei non vedenti e, anche, della funzione terapeutica nei confronti dei tossicodipendenti. Ma esistono anche delle controindicazioni.

Qualcosa che vale

01/01/2001 - Daniele Barbieri

Untitled DocumentAaa - attenzione
Se conoscete: ministri

Una storia di protesi

01/01/1986 - Cesare Padovani

Se consideriamo il valore di alcune parole che nella loro etimologia pescano da radici comuni, protasi richiama immediatamente protesi. Da questa omofonia, non certo casuale, si parte sempre da un inizio,

Fare festa

01/01/2002 - Roberto Ghezzo

Immaginate un’aula affollata da una sessantina di persone provenienti dai paesi più vari… Si sentono voci mai sentite prima, ognuno veste in un modo diverso: ci sono quelli con maglioncini

Percominciare

01/01/2002

(…) il termine comunità si è sviluppato e diffuso (Tönnies, 1887) in contrapposizione a quello di società. Quest’ultima connota relazioni sociali basate sull’individualismo,

Condividi contenuti