Prima Informazione

Vivere con un figlio Down

01/01/1998 - Daniela e Giangiacomo Carbonetti

Quando nasce un figlio disabile tutto viene messo in discussione, a maggior ragione per chi, fino a poco tempo prima, svolgeva una professione nel sociale e si trovava dall’altra parte, dalla parte del tecnico, dell’operatore. La difficoltà dell’accettazione di un figlio diverso e l’importanza della comunicazione che non si deve limitare al momento della nascita ma deve proseguire

Lavorare sui genitori

01/01/1998 - Romana Negri (*)

Esitono anche esperienze attente a quello che accade alla sfera psicologica dei genitori. Come si interviene sui genitori del neonato gravemente prematuro all’interno del reparto di terapia intensiva di Bergamo

La storia di Redattore Sociale

01/01/2003 - Valeria Alpi

Prende il via con questo numero di HP-Accaparlante una rubrica dedicata all’informazione sociale. Con tale espressione si intendono tutte quelle notizie che nei vari mass media (quotidiani, televisioni,

Ho avuto un figlio diversabile: ridefinire i progetti

01/01/2003 - Claudio Imprudente

Come tutti sanno, ogni bambino che dovrà venire alla luce è immancabilmente oggetto-preda di un progetto più o meno definito che i genitori fanno su di lui. Ma cosa accade quando il figlio che nasce

I possibili tempi della prima comunicazione

01/01/2004

La crescente capacità predittiva delle moderne tecnologie sempre più ci ha abituato all'idea che molte patologie possano essere individuate durante la gravidanza o addirittura prevenute

Introduzione

01/01/2004

Nel 1996 avevamo già intervistato alcuni genitori di bambini nati con la sindrome di Down o con altra patologia neurologica, per capire con quali modalità avevano ricevuto la prima

Editoriale

01/01/2004

A distanza di sette anni riproponiamo il tema della prima informazione: con questo termine si indica la comunicazione che avviene tra il medico e i genitori al momento della nascita

Séreza, il figlio di Anna

01/01/2004 - Nicola Rabbi

Le meditazioni del bambino si riferivano agli argomenti più vari e complessi. Egli si immaginava ora che suo padre sarebbe forse stato decorato con gli ordini di Vladimir e di S. Andréj

La parola ai genitori

01/01/2004 - Daniela Follo

Avevamo già trattato di prima informazione nelle pagine di "HP-Accaparlante nel 1996; già allora avevamo intervistato alcuni genitori di bambini nati con la sindrome di Down o

La comunicazione delle cattive notizie

01/01/2004 - Brunori, D'alessandro e Raggi

La tematica della comunicazione al paziente è oggi particolarmente attuale e riveste sempre più un ruolo cruciale all’interno della pratica medica e della relazione medico-paziente.

Condividi contenuti