Mondo e Terzo Mondo

Il leone e la zebra

06/07/2011 - Roberto Ghezzo

Parecchi anni fa ho visto un documentario sulla vita animale nella savana, uno di quei classici documentari che ogni tanto fa bene guardare perché si vede un mondo pre-umano, come se l’uomo non fosse mai vissuto su questo pianeta (il che a conti fatti sarebbe stato meglio per tutti gli altri esseri viventi, dato che sono tantissime le specie che si stanno estinguendo a causa della nostra acuta intelligenza). Il documentario descriveva le varie tattiche che molti erbivori mettono in pratica per difendersi dai predatori: una di queste è tipica delle zebre.

La prima Classificazione mondiale della disabilità ICF-CY per i bambini di tutto il mondo

29/06/2011 - Valeria Alpi

L’Organizzazione Mondiale della Sanità pubblica la prima Classificazione della disabilità e della salute (ICF-CY) applicabile ai bambini di tutto il mondo.

Reinventare il mondo a cavallo: Don Chisciotte tra l'identità spagnola e gli squarci di modernità

29/06/2011 - Massimiliano Rubbi

È uno dei personaggi immortali della letteratura mondiale, e l’opera che lo ritrae è stata definita dai critici il primo romanzo moderno. Don Chisciotte è una figura la cui comprensione piena ancor oggi sfida i lettori, e una delle ragioni è che il “nobile fantasioso” si trova a cavallo di due dimensioni apparentemente inconciliabili.

Reinventare il mondo a cavallo: Don Chisciotte tra l’identità spagnola e gli squarci di modernità

28/03/2011 - Massimiliano Rubbi

È uno dei personaggi immortali della letteratura mondiale, e l’opera che lo ritrae è stata definita dai critici il primo romanzo moderno. Don Chisciotte è una figura la cui comprensione piena ancor oggi sfida i lettori, e una delle ragioni è che il “nobile fantasioso” si trova a cavallo di due dimensioni apparentemente inconciliabili.

Il viaggio per Nashville - Superabile, dicembre 2008

29/03/2010 - Claudio Imprudente

ORE 6:30
I motori rullano…si sta avvicinando uno dei momenti più belli del viaggio, la partenza. Non è certo la prima volta che salgo su un aereo, ma attendo sempre con impazienza che la velocità dell’aeroplano sulla pista mi attacchi al sedile. Divento una ventosa…

Boban il tassista di Belgrado...una questione culturale - Superabile, maggio 2009 - 1

26/03/2010 - Claudio Imprudente

Nella vita a volte capitano coincidenze allarmanti. Lì per lì piacevoli, ma poi anche allarmanti.

La salvezza in un "quasi" - Il Messaggero di Sant'Antonio, dicembre 2009

26/03/2010 - Claudio Imprudente

Stavo facendo il pieno di benzina quando squillò il telefono. Mi sorprendo sempre quando suona il telefono, faccio un balzo sulla carrozzina, è più forte di me. A volte la sorpresa è giustificata, come lo era in quel caso. L’interlocutrice si è presentata e ha chiesto di incontrarmi di persona per parlarmi di un progetto che aveva avviato in Tanzania. Mi ha dato appuntamento per la settimana successiva.

Da Kunta Kinte a Obama: una rivoluzione delle identità - Il Messaggero di Sant'Antonio, aprile 2009

26/03/2010 - Claudio Imprudente

Caro Barack, mesi fa, poco prima di insediarti, hai scritto una lettera rivolta alle tue figlie e, idealmente, a tutti i tuoi «figli» americani. Forse non solo americani. Certe parti della lettera avevano infatti un respiro troppo ampio per essere «contenuto» nei confini, per quanto grandi, degli Usa. Mi è sembrata quasi un testamento, o meglio, un’assunzione di impegni e responsabilità di fronte al mondo intero.

L'America, l'integrazione e il Marocco - Il Messaggero di Sant'Antonio, marzo 2009

26/03/2010 - Claudio Imprudente

Dal 3 al 6 dicembre 2008 si è tenuto a Nashville, in Tennessee, un convegno internazionale organizzato da Tash (un’associazione internazionale di persone con disabilità, dei loro familiari e di professionisti che si battono per una società in cui l’integrazione di tutti sia la norma e non l’eccezione) incentrato sul tema: «Social Justice in the 21st Century» (credo non ci sia bisogno di traduzione…).

La diversità necessaria

01/01/1997 - Andrea Canevaro

Non è sensato che io consideri significativo unicamente ciò che è tale per me. E' bene che io apprenda anche ciò che è significativo per gli altri... Con la tecnologia moderna l'uomo ha un eccesso di potere...e non può più pensare in termini narcisistici...ha bisogno delle diversità, di rapportarsi ad una realtà plurale".

Condividi contenuti