Mondo e Terzo Mondo

Impressioni dal Madagascar

01/01/2006 - Roberto Ghezzo

Ancora adesso, a distanza di qualche mese, faccio fatica a riassumermi in testa le impressioni e le conclusioni, se mai ci sono, del mio viaggio in Madagascar, attraverso la mitica statale n. 7, da

Ciò che senti è ciò che prendi: uno spettacolo teatrale che non si va a "vedere"

01/01/2006 - Massimiliano Rubbi

Nell’ultimo numero di “HP-Accaparlante”, dedicato a teatro e disabilità, avevamo parlato di una scuola di teatro per sordi e udenti, che portava a uno spettacolo basato sull’elemento

Tbilisi-Oslo, biblioteche a confronto.

01/01/2006 - Massimiliano Rubbi

Tra Georgia e Norvegia, un parallelo sulla documentazione sociale

Cultura, accoglienza e condivisione in Madagascar

01/01/2004 - Jean Francçois Ratsimbazafy

Per i malgasci sono importanti il sorriso, il saluto e lo sguardo. Quando passi per le strade e i bambini ti gridano: “Vazaha!”, cioè “Straniero!” lo fanno sempre con un sorriso e ti manifestano

Condividi contenuti