Letteratura

Le conversazioni sono dei libri mai finiti - Superabile, dicembre 2009 - 1

26/03/2010 - Claudio Imprudente

Le conversazioni sono dei libri mai finiti…finché qualcuno non ti chiede di pubblicarne uno che le contenga. O almeno ci provi.

Disabilità da raccontare e per raccontarsi - Superabile, marzo 2009 - 1

26/03/2010 - Claudio Imprudente

Spesso appunto su un foglio gli argomenti di cui mi piacerebbe scrivere, per non dimenticarli e, lo ammetto, per poter rimandare la stesura dell’articolo a tempo indeterminato, dedicandomi nel mentre ad altro…
Altrettanto spesso però sono gli eventi che si presentano con una puntualità tale da eliminare ogni parvenza di casualità e quasi costringermi a riprendere in mano un argomento appuntato magari mesi prima.

Storie di Calamai e di altre creature straordinarie - Il Messaggero di Sant'Antonio, giugno 2008

26/03/2010 - Claudio Imprudente

Nella relazione con persone disabili la reazione più immediata è un senso di disorientamento. Una reazione ben presto superata però: l’essere umano, infatti, facilmente si abitua a contesti differenti, per renderli più accettabili e gestibili. Questa capacità ci consente di vivere agevolmente nel mondo. Ma è sufficiente affinché noi riusciamo a vivere anche con il mondo? Perché ciò possa accadere non possiamo prescindere da un coinvolgimento diretto in quello che viviamo.

Per aprire la mente

01/01/1997 - Giampaolo Mazzara

In una ormai lontana giornata invernale che vedeva tutto il modenese coperto di neve, associo al gelo, al freddo, al ghiaccio, la vita affettiva e relazionale di alcuni pazienti che avevo appena

La disubbidienza

01/01/1997 - Alberto Moravia

" Ora si tolga il pigiama " ella disse, "e entri nella vasca... poi io 'insaponerò."
Ubbidiente, Luca si levò in piedi e si lasciò sfilare la giubba. Poi la donna si

La testa di Medusa

01/01/1997 - Angela Biavati

"Questo mostro traduce l'estrema alterità, l'orrore terrificante di quel che è assolutamente altro, l'indicibile, l'impensabile, il puro caos: per l'uomo, lo scontro con la morte, quella morte che l'occhio di Medusa impone a tutti coloro che incrociano il suo sguardo, trasformando ogni essere che vive, si muove e vede la luce del sole in una pietra..."

Primavera

01/01/1997 - Clara Sereni

Dopo tanto grigio e finestre "chiuse" e aria viziata oggi è il primo giorno di primavera: il calendario non fa testo, la luce è quella, quello l’odore.

Sullo sfondo

Storie vere

01/01/1998 - Nicoletta Ferrari

E’ sicuramente positivo il fatto che recentemente vi sia stato sulla scena editoriale un forte incremento di libri scritti da persone handicappate, che non parlano per sé o solo

La storia di Merrik

01/01/1997 - Matteo Baraldi

Raccontare l’esistenza di John Merrick, l’Uomo elefante vissuto nella Londra vittoriana fra il 1862 e il 1890, è una scommessa destinata al fallimento. Si ha infatti la tentazione di fare di lui un archetipo della diversità, una creatura dell’orrore paragonabile a Dracula, al mostro di Frankenstein, magari a Jekyll & Hyde o a Gwynplaine…

La fine della diversità

01/01/1997 - Milena Bernardi

Mentre sugli schermi cinematografici decolla il Gobbo di Notre Dame (The Hunchback of Notre Dame) - di Gary Trousdale e Kirk Wise - nuovo evento della Disney, arriva in libreria "Il gobbo

Condividi contenuti