Informazione e documentazione e marginalità

E se non fosse solidarietà

29/06/2011 - Alessandra Pederzoli

Il martedì di Unomattina si è arricchito negli ultimi tempi di uno spazio settimanale chiamato “Spazio della Solidarietà”, condotto in studio da Giovanna Rossiello e interamente dedicato alla scoperta e al monitoraggio di esperienze e progetti in “difesa del sociale” (come spiegano all’interno del sito Rai) sia a livello locale che su territorio nazionale.

Tele Glad...30 minuti, tutti i giorni

29/06/2011 - Alessandra Perderzoli

Domenica 29 ottobre 2006 tra i servizi della trasmissione Report, di Rai Tre, la conduttrice e autrice Milena Gabanelli annuncia una Good news: si tratta di Tv Glad "tele contenta", una tv danese fatta da persone disabili mentali (a esclusione dei tecnici). Il servizio di Stefania Rimini, giornalista del programma, l’intervista pubblicata sul sito e alcuni brevi articoli usciti sulla stampa specializzata (soprattutto on line), la definiscono “la prima televisione al mondo costruita e pensata in questo modo”.

Lettere al direttore

29/06/2011 - Claudio Imprudente

Caro Claudio,
seduzione, allora? Ma certo! Martina ti aveva inoltrato il mio post al forum della Sotis, vero?

Lettere al direttore

29/06/2011 - Claudio Imprudente

Ciao Claudio,
mi chiamo Marlon, sono un bambino a cui piace molto leggere.
Ho letto il tuo libro “RE 33”, che mi è stato regalato dalla mia carissima amica Ilaria che tu conosci bene.
Il libro mi è piaciuto molto sia per la storia sia come è scritto e anche per le illustrazioni.
Mi è piaciuto come Re 33 ha capito che tutti (uomini e animali) devono essere liberi e che è importante rispettare i diritti di tutti specialmente dei bambini.

Una stanza tutta per noi

23/11/2010 - Annalisa Brunelli e Giovanna Di Pasquale

La documentazione come occasione di condivisione delle esperienze. Documentare le attività di “A regola d’arte” il laboratorio sull’arte presente ad Habilandia, il Centro polivalente del Comune di San Lazzaro di Savena  in cui si svolgono attività con  ragazzi .

Che fine farà il Centro Risorse Handicap del Comune di Bologna?

05/07/2010 - Valeria Alpi
logo crh

Ha chiuso il Centro Risorse Handicap (CRH) del Comune di Bologna, lo sportello Informahandicap che da quasi 10 anni forniva informazioni specializzate sulle tematiche della disabilità a tutti coloro che per un qualche motivo si trovano in contatto con l'handicap: quindi non solo persone disabili, ma anche familiari, operatori, funzionari o operatori di enti locali, membri di associazioni, volontari, educatori professionali, insegnanti, studenti, ecc. Nel corso dell'estate si valuterà una sua eventuale riapertura in autunno.

"Disabili e web 2.0": il nuovo numero di HP-Accaparlante

25/06/2010
copertina HP giugno 2010

"HP-Accaparlante", la rivista del Centro Documentazione Handicap di Bologna, edita dal Centro Studi Erickson di Trento, torna a parlare di internet, un tema che ha accompagnato tante volte le pagine di questa rivista. Internet ormai fa parte della vita quotidiana di moltissime persone, e già in passato Nicola Rabbi, curatore di questo numero, si era occupato di come il web possa agevolare la vita di una persona disabile, soprattutto a livello pratico. E sul piano emotivo e relazionale invece?

Uno, nessuno, novecentonovantanove - Superabile, giugno 2008 - 1

29/03/2010 - Claudio Imprudente

"Solo facendo parlare di lui gli daranno attenzione… a lui e a tutti gli altri nelle sue condizioni… chi sta bene si può stare zitto… chi ha bisogno dell'aiuto dello Stato, delle Istituzioni… deve gridare":- a parlare è Lucia Frisone, la madre di Fulvio, affetto da tetraplegia spastica distonica dalla nascita, ora quarantenne fisico nucleare.-
Con queste parole viene introdotta la fiction di Rai 1: “Il figlio della luna” andata in onda proprio ieri sera.

Il Grande Fratello "mongoloide" - Superabile, febbraio 2010 - 1

26/03/2010 - Claudio Imprudente

Qualche giorno fa ho ricevuto una lettera da parte di un signore, Romano, che riporto qui sotto:
Salve signor Claudio,le scrivo dalla Calabria. Ho 37 anni e sono affetto da amiotrofia muscolare spinale II. Sono tetraplegico.
Abito in un piccolo comune e mi conoscono, ammirano, compatiscono e vogliono bene, tutti. Sto chiedendo da tempo all'amministrazione comunale un lavoro e finalmente ''pare'' che ci sia in progetto l'apertura di uno sportello per affrontare il problema del disagio giovanile.

La diversità nei mass media, tra opportunità e limiti intrinseci - Il Messaggero di Sant'Antonio, ottobre 2009

26/03/2010 - Claudio Imprudente

La presenza della disabilità in tv, e sui mass media in generale, deve essere considerata da un punto di vista quantitativo e qualitativo al tempo stesso: quanto se ne parla e come? Rispetto a qualche anno fa sono stati fatti importanti passi avanti, ma il tempo che viene dedicato alla disabilità è ancora molto limitato: soprattutto in tv è ancora considerata il «problema» di una minoranza e per questo viene relegata ai margini del flusso comunicativo.

Condividi contenuti