Informazione e documentazione e marginalità

Informazione sociale - Disabili in viaggio… sui mass media

30/07/2012 - di Franco Bomprezzi, giornalista

Mentre questo numero di “HP-Accaparlante” veniva chiuso in redazione, è capitato un episodio curioso sulla stampa on line. Repubblica.it ha pubblicato in molta evidenza la lettera di un lettore/scrittore che denunciava un caso di discriminazione avvenuto su un treno italiano contro un ragazzo disabile straniero. I toni della lettera e i successivi commenti e le riprese dell’articolo sono un’ottima fonte di riflessione per una rubrica come Informazione sociale.

W Il calcio!, Superabile, Giugno 2012

14/06/2012 - Claudio Imprudente
forza milan, in copertina.JPG

A tutti noi durante la nostra infanzia è stata fatta una domanda, banale, imbarazzante e spesso inutile: “Vuoi più bene alla mamma o al papà?”.
Bene, la stessa domanda mi è tornata in mente alcune sere fa, quando, seduto comodamente davanti alla tv, mi gustavo Ucraina-Svezia valevole per il campionato europeo in Polonia ed Ucrania.
Un amico seduto accanto a me, conoscendo la mia folle passione per i colori rossoneri, mi ha infatti chiesto “Claudio, preferisci Shevchenko o Ibrahimovic?”.

Cervello accessibile? Sì, grazie, Superabile, Maggio 2012

17/05/2012 - Claudio Imprudente
cropped-cervello.jpg

"Certamente si può definire ‘di moda' - o per lo meno si auspica che diventi sempre più tale - quell'accessibilità intesa come un piccolo scivolo che rende percorribili alcuni gradini. Molto meno di moda, invece, è il pensare in maniera accessibile e magari agire di conseguenza, dando cioè accesso ai diritti, alle necessità e forse anche ai desideri di tutti".

La soffitta dell'integrazione- Terza parte- Superabile, Aprile 2012

26/04/2012 - Claudio Imprudente
soffitta terzo articolo.jpg

Ho udito uno strano tonfo al piano superiore. Ancora tu, si sarebbe chiesto Lucio Battisti? Già. E meno male che questa soffitta ha l'ascensore! Era caduto un quaderno con delle immagini: i disegni di Irene. Cosa posso dirvi? Sentiamo cosa mi ha raccontato ancora la sua mamma:

La soffitta dell'integrazione- Seconda parte- Superabile, Aprile 2012

23/04/2012 - Claudio Imprudente
soffitta-seconda parte.jpg

Dunque, dove eravamo rimasti? Ah, già, nella soffitta dell'integrazione, dove la mamma di Irene aveva ritrovato le chiavi di quel vecchio cassetto... Bene, in quel cassetto c'erano altre bellissime pagine che, con leggerezza, ci parlano ancora di relazione:

La disabilità al telecomando

30/01/2012 - Claudio Imprudente
clip_image002.jpg

Per conoscere e seguire cambiamenti significativi negli ambiti più vari è spesso alla “periferia” che occorre volgere lo sguardo. Se lo puntiamo solo verso il grande, il già noto, il centro, che è un centro per certi versi imposto e conservato al di là dei meriti qualitativi

Informazione sociale - YouTube: video per la diversità?

03/10/2011 - di Nicola Rabbi

YouTube è uno dei più popolari siti della rete per un semplice motivo: permette di vedere e pubblicare dei video in modo semplice e gratuito. Fra i siti appartenenti al web 2.0, ovvero quei siti che permettono un’ampia partecipazione degli utenti, riscuote un particolare successo perché gestisce lo strumento per comunicare più amato dalla popolazione mondiale, il filmato.

Beati noi - Mostruosamente... meravigliosi

15/07/2011 - di Stefano Toschi

Recentemente è apparsa sui giornali la notizia di due bambine indiane nate con caratteristiche fisiche a dir poco particolari. La prima è dotata di quattro braccia e quattro gambe, la seconda di due facce. Trattasi, con ogni probabilità, di due casi di gemelli siamesi, che non si sono correttamente separati durante la gestazione.

Lettere al direttore

14/07/2011

Carissimo Claudio,
ho pensato di comunicarti in breve la mia esperienza relativa al primo incontro con l’handicap.

Emozioni di "seconda mano"

29/06/2011 - Luca Baldassarre

La “qualità emozionale” nei servizi turistici è un tema di cui si parla da qualche tempo e probabilmente non senza reali motivi d’interesse. Intanto bisogna specificare che il concetto di “qualità emozionale” non è analogo a quello di “qualità percepita”.

Condividi contenuti