Handicap e Assistenza

Lettere al direttore - Risponde Claudio Imprudente

11/07/2011 - Claudio Imprudente

Salve,
sono Agnese Fantin, insegnante di una classe seconda in una scuola primaria nella provincia di Treviso.
Le scrivo per farLe i miei complimenti per il suo libro Il principe del lago.
È strano come io sia giunta a leggere questa favola: non ho acquistato il libro, l’ho trovato per caso nella biblioteca della scuola in cui lavoro. E questo è ancora più strano se penso che nella scuola, essendo privata, non vengono mai iscritti (e penso non verrebbe comunque accettata l’iscrizione) bambini diversamente abili.

L'uomo ha due dimensioni: esperienze e problemi degli immigrati con disabilità

06/07/2011 - Massimiliano Rubbi

In genere, quando si parla di “doppia disabilità” si intende, se non quella legata a una doppia menomazione sensoriale (come la sordo-cecità), la situazione di una donna con disabilità, soggetta a una discriminazione multipla per il proprio genere e per il proprio handicap. Tuttavia, seguendo questa linea concettuale si possono costruire molteplici doppie discriminazioni, collegando la disabilità a una qualsiasi delle altre condizioni oggetto di stigma sociale.

Diritto al lavoro

19/01/2011 - Stefania Mimmi e Lorella Piconi
Immagine 011.jpg

Come CDH abbiamo partecipato al Convegno di Handimatica 2010.
In questo convegno si è parlato molto dell’opportunità di mettere al centro la persona con diversamente abile.
Io sono abbastanza d’accordo con questa tesi, perché la persona con disabilità si può rendere conto dei propri errori ed la persona normodotata impara a conoscere il mondo della disabilità in modo più significativo, attraverso lo sviluppo di una relazione più diretta.

Caro Tremonti, contribuisco anche io alla crescita del PIL - Superabile, luglio 2010 - 1

05/07/2010 - Claudio Imprudente
Il ministro Tremonti

Quando leggerete questo articolo molto probabilmente le cose si saranno definite e sapremo come si è risolta la questione relativa alla percentuale di invalidità minima necessaria per accedere a determinate previdenze economiche. Ma quando "Vita.it" mi ha chiesto di scrivere un contributo a riguardo, ancora la situazione era incerta. Comunque, questo articolo contiene delle riflessioni che non figuravano sul quotidiano online di Milano. Ne leggerete una versione più "imprudente".

"Chi sarei se potessi essere". A Casalecchio una chiacchierata sulla persona Down

24/03/2010

Il gruppo disabilità dell'Associazione Percorsi di Pace propone un incontro nel quale, assieme a Carlo Lepri (Università di Genova), si avrà modo di riflettere sul tema dei ragazzi Down, in particolare sulla necessità di interagire con loro, favorendo la comunicazione, l'ascolto e la mediazione, utili strumenti per la loro espressione e maturazione.

"Un tesoro nella dispensa": HP-Accaparlante e i servizi di assistenza domiciliare

01/02/2010
copertina_ho.jpg

Per questo numero, "HP-Accaparlante", la rivista del Centro Documentazione Handicap di Bologna, edita dalla Erickson di Trento, entra nelle case, nel vero senso della parola. Di solito infatti ci si occupa di ciò che succede all’esterno, cioè della persona disabile nei suoi contesti esterni alla casa, come ad esempio la scuola, il lavoro, il tempo libero, i centri diurni, ecc.

Questione di feeling

01/01/1997 - Stefano Toschi

Le voci di chi vive un deficit: riflessioni sul rapporto fra operatore e disabile rispetto alla cura del corpo. Autonomia e dipendenza, agio e disagio problemi aperti per "stimolare riflessioni per cercare nuove soluzioni". Comprendere l'altro attraverso il corpo.

Handicap al Sud

01/01/1997 - Andrea Tinti e Angela De Marinis

Intervistiamo Nunzia Copedè, autrice del libro autobiografico, Al di là dei girasoli, e responsabile del Centro studi informazione e tutela dei diritti dei disabili di lamezia terme,

L'assistenza senza qualità

01/01/1997 - Gloria Stea Carboni

La Lega per l'emancipazione degli handicappati ha svolto un'indagine (la seconda a distanza di tre anni) sui Centri Socio Educativi (C.S.E.) del comune di Milano.

Ne è emerso un quadro

Diversabilità

01/01/1998 - Roberto Ghezzo

Un aspetto che mi appassiona e mi stupisce sempre, è la capacità, direil'abilità della disabilità (anche se sembra contraddittorio), a mettere incrisi qualsiasi struttura, qualsiasi ordine prestabilito.

Condividi contenuti