Gioco

Topazio costruisce la sua casa... a Bibbiano

29/04/2010 - Tristano Redeghieri

Il Gruppo Calamaio di Reggio Emilia colpisce ancora e realizza un percorso di animazione educativa presso la Scuola dell'Infanzia Statate di Barco di Bibbiano. 

Come sarti dell'educazione

29/04/2010 - Sandra Negri

Ormai da qualche anno la Coop. Accaparlante collabora con il servizio di Informahandicap di San Giovanni Valdarno – Arezzo. Questa collaborazione si è concretizzata attraverso alcuni percorsi di animazione del Progetto Calamaio presso le scuole primarie di Levane, Bucine e San Giovanni Valdarno, alcuni percorsi formativi rivolti a insegnanti delle scuole primarie e secondarie inferiori del territorio.

Vent'anni di macchie d'inchiostro - Superabile

29/03/2010 - Claudio Imprudente

Scommetto che molti di voi non conoscono la storia del liquido che contengo… ah, ho dimenticato di presentarmi…io faccio un lavoro molto antico che è quello di contenere un liquido estremamente prezioso per la comunicazione dell’umanità: sono un piccolo contenitore di inchiostro ormai in disuso: sono il Calamaio! Vorrei raccontarvi un paio di storie che si intrecciano in me: quella dell’inchiostro e quella dell’educazione alla diversabilità. Che cosa ci azzecca l’inchiostro con la diversabilità?

Il piacere dei suoni

01/01/1997 - a cura di Celine

"...il mio intervento è legato all’educazione del piacere e non alla cura, io non curo nessuno, la musica è terapeutica di per sé, l’attività che faccio arriva direttamente all’anima perchè produce gioia e curiosità".

Cucinare storie

01/01/1998 - Progetto Calamaio

Costruire storie in classe o in una comunità partendo semplicemente da foglietti disegnati e da una pentola; rispettare la logica della fiaba e non piegarla ad un intento educativo. Uno spazio dedicato al gioco, da sempre luogo creativo per eccellenza

Il piacere di giocare

01/01/1999 - Rosanna De Sanctis

Ciascun gioco ha significato, anche quello di tipo più “normale”; i bambini a partire da un’età molto precoce, utilizzano il gioco come un mezzo per esprimere la loro relazione con il mondo che li circonda e con le altre persone.
Intervista a Licia Vasta psicopedagogista

Handicap e gioco

01/01/1999 - Roberto Ghezzo

C’è una accezione della parola handicap che ha caratteristiche di positività e la traduciamo con la parola difficoltà. Positiva perché se noi riusciamo a connettere l’handicap-difficoltà ad un gioco allora scopriamo il valore dell’handicap, valore che non esiste in sé ma esiste in quanto inscritto in un sistema di regole, in un sistema di gioco

Mettiamoci in gioco

01/01/1999

Dedichiamo questo approfondimento al tema del gioco inteso come modalità comunicativa ed espressiva primaria, prima strada del conoscere e dare forma al mondo, strumento attraverso cui i bambini costruiscono

Un'invenzione creativa

01/01/1999 - Grazia Honegger Fresco

“Il gioco costruisce in profondità, né sappiamo in quali rivoli si riverserà la ricchezza che, grazie ad esso, si accumula in ogni bambino lasciato libero di inventare a sua misura”. L’importanza del gioco libero e creativo, non pensato solo per soddisfare esigenze di mercato

Giocare allo scout

01/01/1999 - Grazia Berlini (*)

“Silvio era un terremoto incontenibile, non un istante fermo... Al gioco dei silenzio, però, diventava un serpente che silenzioso strisciava tra gli arbusti fino alla meta, imprendibile. Gli chiesi come faceva lui a farlo così bene, lui, che era così confusionario, mi disse: Se si gioca, si gioca !”

Condividi contenuti