Comunicazione

Sul grande schermo - La grammatica dell'integrazione

15/07/2011 - di Luca Giommi

Realizzato all’interno di “E-Vocare”, progetto rivolto a operatori sociali coinvolti in processi di integrazione e riabilitazione e impegnati a rendere possibile la partecipazione sociale delle persone limitate nella possibilità di comunicare, il film Non voltarmi le spalle di Fulvio Wetzl è, allo stesso tempo, un valido strumento didattico e di sensibilizzazione sulle tematiche legate alle diverse abilità e un lavoro formalmente riuscito. Peraltro, un lavoro didattico che non risulta mai didascalico.

“A PARI MERITO” Disabilità e successo, un binomio possibile!

13/07/2011
banner.png

L'Associazione “Il Portico” di Dolo (Venezia) organizza quattro eventi dal titolo “A PARI MERITO” Disabilità e successo, un binomio possibile!
Questo progetto viene finanziato dal Ministero per le Pari Opportunità e si propone di mettere a confronto persone disabili con alcuni responsabili delle istituzioni del territorio.

Informazione sociale - Nella comunicazione sociale cambiando i fattori cambia il risultato

12/07/2011 - di Michela De Falco

La comunicazione sociale nasce attorno alla diffusione e allo scambio di informazione sociale ossia attorno a quella sfera comunicativa fatta di soggetti, temi e pratiche che riguardano lo stare insieme, la convivenza civile, l’interesse comune. Non appartiene quindi a un settore circoscritto della società né della comunicazione. Tanto meno si tratta della sola distribuzione di pacchetti di informazione predefiniti riguardanti temi sociali.

In Africa è povera anche l'informazione

07/07/2011 - Mauro Sarti

NAIROBI – Un incontro, a settembre 2007, tra giornalisti africani e giornalisti italiani. Uno scambio di materiali e informazioni sulle guerre dimenticate (centinaia) dell’Africa al di sotto dell’equatore. Finisce così, all’ambasciata italiana di Nairobi, il primo confronto tra la stampa estera presente in Kenya nei giorni del World Social Forum.

Quel che serve è un "handicap ben visibile a occhio nudo"

06/07/2011 - Alessandra Pederzoli

Un concorso di bellezza in tv. Fin qui niente di strano. Un concorso di bellezza che è un reality show le cui protagoniste sono ragazze disabili. È il grande successo della tv Olandese, capace di raccogliere il 25% dello share televisivo nel 2006. Ma non solo: un format acquistato da altri stati che nel 2007 ne faranno produzioni simili. La prossima annunciata sarà la televisione Britannica, che ha già dato notizia sul “Times” e sulla cui ambita conduzione già si vocifera; poi a seguire quella francese, tedesca e statunitense.

Come l'aria nel polmoni

06/07/2011 - A cura di Giovanna di Pasquale e Martina Gerosa

Incontro Benedetto Herling a Roma, nella sua casa aperta e accogliente così come si è rivelato il mio ospite. Benedetto con grande capacità comunicativa e efficace spontaneità mi racconta della sua infanzia a Napoli, della diagnosi di sordità profonda a un anno di età, della reazione dei suoi genitori. Più forte e operativa la mamma, più pessimista il papà. Racconta dei viaggi su e giù per l’Italia fino a Padova per gli interventi riabilitativi.

Il welfare non è un lusso - Superabile, giugno 2001 - 2

04/07/2011 - Claudio Imprudente
Il welfare non è un lusso

Sono già tante le persone che hanno sentito l'esigenza (e alcuni anche il dovere professionale, in risposta ad un caso in cui il rigore deontologico non è stato esattamente rispettato) di esprimersi in merito alla copertina (e al contenuto dell'articolo) dedicata dal settimanale Panorama alla questione dei falsi invalidi. Riassumendo, con le parole di Franco Bomprezzi: "Il titolo non ammette sfumature: Scrocconi. L'immagine non potrebbe essere più chiara: una carrozzina stilizzata, su cui siede un Pinocchio altrettanto stilizzato.

Il welfare non è un lusso

04/07/2011 - Claudio Imprudente
Il welfare non è un lusso

Sono già tante le persone che hanno sentito l'esigenza (e alcuni anche il dovere professionale, in risposta ad un caso in cui il rigore deontologico non è stato esattamente rispettato) di esprimersi in merito alla copertina (e al contenuto dell'articolo) dedicata dal settimanale Panorama alla questione dei falsi invalidi. Riassumendo, con le parole di Franco Bomprezzi: "Il titolo non ammette sfumature: Scrocconi. L'immagine non potrebbe essere più chiara: una carrozzina stilizzata, su cui siede un Pinocchio altrettanto stilizzato.

Tele Glad...30 minuti, tutti i giorni

29/06/2011 - Alessandra Perderzoli

Domenica 29 ottobre 2006 tra i servizi della trasmissione Report, di Rai Tre, la conduttrice e autrice Milena Gabanelli annuncia una Good news: si tratta di Tv Glad "tele contenta", una tv danese fatta da persone disabili mentali (a esclusione dei tecnici). Il servizio di Stefania Rimini, giornalista del programma, l’intervista pubblicata sul sito e alcuni brevi articoli usciti sulla stampa specializzata (soprattutto on line), la definiscono “la prima televisione al mondo costruita e pensata in questo modo”.

La disabilità "normale" - Il Messaggero di Sant'Antonio, giugno 2011

06/06/2011 - Claudio Imprudente
medscale10344543_L_F_WEB[1].jpg

Il 21 marzo scorso si è svolta la Giornata mondiale delle persone con sindrome di Down. Filo conduttore quest’anno, almeno in Italia, è stato «lo sport per tutti», visto come potente motore d’integrazione sociale, svincolato dalle «incrostazioni» che tendono a ridurlo a qualcosa di molto meno «colorato» e piacevole di quanto potrebbe essere.

Condividi contenuti