Sportabile. Incontro con lo sport

Sportabile

 

Sportabile. Incontro con lo sport

Se è vero che il desiderio di esercitare un’attività fisica può essere scoraggiato dalla presenza di un deficit, è importante sapere che quest’ultimo incide solo nella scelta dello sport ma non certo sull’opportunità di farlo: dunque chi ha una disabilità, qualunque essa sia, può optare tra un’ampia gamma di canali per avvicinarsi a una qualche disciplina sportiva o una semplice attività motoria. Il volume cerca di fornire un quadro d’insieme di questo panorama tenendo conto che a volte i percorsi d’accesso non sono così codificati e conosciuti.

Ce n’è per tutti i gusti e motivazioni: da chi vuol praticare a livello agonistico, a chi invece vuole divertirsi o anche solo stare in compagnia. Sul fronte dell’offerta si possono trovare proposte che spaziano dalla chiave educativa e/o terapeutica/riabilitativa al puro agonismo, passando dai progetti ispirati alla filosofia dello “sport per tutti”.

Come si compone la Guida
Il testo scorre in rapida successione anche i soggetti che gestiscono lo sport in Italia, evidenziandone ruoli e funzioni: Coni, Cip, Enti di Promozione Sportiva e servizi pubblici territoriali. Infine vengono illustrati 10 sport, spiegati mediante brevi schede tecniche dai diretti interessati (tecnici e atleti praticanti). Queste pagine rappresentano il “cuore” della pubblicazione poiché sono il racconto diretto dei percorsi riabilitativi, ludici, di puro piacere e divertimento compiuti attraverso lo sport. Sono concrete esperienze per incentivare anche i più restii a gettarsi nella mischia.
A completare le pagine di SportAbile il solito, robusto, corredo di indirizzi e riferimenti utili per accostarsi alla realtà più consona alle proprie esigenze.