Anche la Biblioteca del CDH aderisce a "Un ponte di libri" di IBBY Italia, per ricordare la prima Mostra Internazionale di libri per bambini del 1946 a cura di Jella Lepman

12/09/2018
IMG_7486.JPG

Anche la Biblioteca ragazzi del Centro Documentazione Handicap ha aderito immediatamente alla proposta di IBBY Italia, di promuovere la mostra bibliografica "Un ponte di libri" per ricordare la mostra internazionale di libri per bambini e ragazzi realizzata nel 1946 da Jella Lepman e la successiva fondazione della Jugendbibliothek che avvenne il 14 settembre 1949 a Monaco di Baviera.

Jella Lepman crebbe a Stoccarda con la sua famiglia liberale ed ebrea fino a quando non dovette emigrare in Gran Bretagna nel 1936 per sfuggire alle persecuzioni naziste. Qui prese a lavorare come giornalista per la BBC e per ABSIE (American Broadcasting Station in Europe). Nel 1945 le fu proposto dal governo statunitense di coordinare un programma di assistenza alle donne e ai bambini tedeschi: dopo una iniziale esitazione, accettò l'incarico.
Trascorse dapprima un periodo in Bad Homburg, poi a Monaco di Baviera, dove si persuase che la ricostruzione della Germania e la rinascita culturale dovesse prendere le mosse dai bambini, educandoli alla mondialità, alla pace e alla fratellanza. Con ferma determinazione scrisse ai governanti di oltre venti paesi: "Gentile signore, questa lettera contiene una richiesta insolita e le chiediamo la sua particolare comprensione. Stiamo cercando delle strade per mettere in contatto i bambini della Germania con i libri per bambini provenienti da tutte le nazioni. I bambini tedeschi non hanno più nemmeno un libro, dopo che la letteratura per l’infanzia del periodo nazista è stata tolta dalla circolazione. [...] I libri saranno riuniti in una mostra itinerante che si sposterà attraverso la Germania e poi, forse, anche in altri paesi. Cerchiamo in particolare libri di sole figure o comunque molto illustrati, che aiutino a superare la barriera linguistica. Ma speriamo anche di rendere fruibile la letteratura che racconti una storia utile al lavoro di gruppo che intendiamo fare".
  
Nel 1946, grazie al suo lavoro, prende concretamente vita la prima Mostra Internazionale di Letteratura per bambini, e nel 1949 la nascita della Internationalen Jugendbibliothek di Monaco, tutt'ora punto di riferimento internazionale per gli addetti ai lavori.

Nel 1952 organizzò una Conferenza internazionale per promuovere la pace nel mondo attraverso un ponte di libri per l'infanzia: nasceva Ibby (International Board on Books for Young People) che oggi comprende più di settanta Paesi in tutto il mondo.

IBBY Italia invita le biblioteche pubbliche italiane ad esporre, nel mese di settembre, i libri che fecero parte della mostra internazionale del 1946 e che costituirono il primo nucleo della Biblioteca di Monaco, contribuendo in questo modo a far conoscere l'opera di Jella Lepman, di IBBY International e di IBBY Italia.
"Crediamo sia necessario - spiega IBBY - rinnovare costantemente l'impegno di offrire a bambini e bambine libri per 'nutrire la loro mente', per creare pensiero, immaginazione per smantellare pregiudizi e muri".

Come Biblioteca ragazzi di un Centro di documentazione specializzato sulla disabilità e sulla diversità, da sempre impegnato sull'accessibilità a 360 gradi, abbiamo scelto di esporre, nell'elenco dei primi 46 libri di Jella Lepman, i testi che possediamo in versione accessibile. Anche per noi i libri sono ponti verso l'integrazione e la conoscenza, ma è importante che siano ponti accessibili anche a chi non può accedere al libro e alla lettura nel modo tradizionale.

Guarda alcune foto della mostra >>

La lista di libri è stata redatta raccogliendo tutti i testi citati nel libro di Jella Lepman "Die Kinderbuchbruücke", del quale uscirà a ottobre una nuova traduzione con l'arricchimento di un apparato iconografico d'archivio per l'editrice Sinnos con il titolo "Un ponte di libri".

La mostra sarà visitabile fino al 28 settembre negli orari di apertura della Biblioteca, in via Pirandello 24 a Bologna: dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e il lunedì anche dalle 15.30 alle 18.