Anche il CDH al IV Trofeo Arpad Weisz, per dire no al razzismo e alla xenofobia

17/01/2017
trofeoweisz.jpg

Dopo il successo delle precedenti edizioni, torna - a Milano - il Trofeo Internazionale Arpad Weisz, torneo di calcio organizzato dal progetto "W il Calcio" con i Comuni di Bologna e Milano, per dire no al razzismo, alla xenofobia e ogni forma di discriminazione. Il trofeo - intitolato all'ex allenatore che in Italia, con Bologna e Inter, vinse tre scudetti e una coppa internazionale prima di essere arrestato e deportato ad Auschwitz, dove morì nel 1944 insieme alla sua famiglia - si terrà giovedì 26 gennaio all'Arena Civica Gianni Brera di Milano, a partire dalle ore 15, in occasione della Giornata della Memoria.

Il Trofeo Arpad Weisz sarà un quadrangolare cui parteciperanno le squadre Under 14 di Milan, Inter, Bologna e Novara. I ragazzi indosseranno delle magliette create appositamente per l’occasione.

E' prevista la partecipazione alla giornata, in varie forme, di: Camera del Lavoro di Milano, Camera del Lavoro di Bologna, Comunità Ebraica di Milano, Comunità Ebraica di Bologna, UISP, W il Calcio, Comunità Nuova, Municipio 1.

Correlato al Trofeo, si svolgerà un torneo antirazzista tra rappresentanti di richiedenti asilo e formazione Camera del Lavoro/Comune di Milano /Radiopopolare/Comunità Nuova/Uisp.

Parallelamente al Trofeo verranno inoltre proposti racconti di memoria dello sport per gli alunni delle scuole milanesi presso la Sala Appiani dell’Arena Civica:
- lo spettacolo "Shoah" di Roberto Cajafa;
- il racconto di Weisz a opera di Matteo Marani autore de "Dallo Scudetto ad Auschwitz".