Le maestre di Correggio ci scrivono

08/03/2013
il trocia beach

Sono tre anni che il Progetto Calamaio conduce dei percorsi a Correggio con classi delle elementari grazie al sostegno del Trocia Beach, un evento nato in ricordo della morte di un ragazzo soprannominato "Trocia". Quest'anno ne abbiamo rrealizzati quattro e alcune maestre che hanno partecipato agli incontri ci hanno spedito delle considerazioni che volentieri pubblichiamo.

Un approccio ludico e "leggero"
di Luciana Pedrazzoli, Lucia Siciliano, Mirta Vezzani

Le nostre classi 3A e 3B hanno concluso gli incontri previsti dal “Calamaio” quindi, a caldo, possiamo fare alcune riflessioni.
I nostri 47 bambini sono stati coinvolti e sono stati resi partecipi in prima persona nelle varie attività grazie alla professionalità e alla capacità di coinvolgimento dei tre operatori Tristano, Stefania e Susetta che li hanno guidati in questo viaggio alla ricerca di sé e del diverso da sé.

Rompere la routine è già di per sé una cosa positiva: i bambini amano le novità, ne sono attratti, affascinati e di conseguenza si predispongono ad una partecipazione spontaneamente attiva, priva di pregiudizi.
In questo modo, attraverso un approccio ludico e “leggero” sono stati veicolati messaggi “pesanti” e importanti legati all' affettività e alla presa di coscienza delle proprie e altrui identità e differenze. Vero è stato l' entusiasmo dei bambini nei confronti di questa attività e profonde sono state le loro riflessioni.
Le insegnanti, alle quali era stato chiesto di sospendere il loro ruolo e di diventare parte attiva del laboratorio, hanno avuto la possibilità di osservare gli alunni, che hanno sperimentato relazioni e ruoli differenti all' interno del gruppo, da una angolazione diversa, scoprendo così nuove cose sui loro bambini e su loro stesse.
Le varie proposte sono poi diventate parte integrante delle diverse attività curricolari.

Concludendo: per costruire veramente una cultura inclusiva occorre tempo e “allenamento” e quindi ci piacerebbe veramente poter proseguire in futuro questa esperienza.
Ringraziamo chi ci ha proposto questo progetto e chi ci ha permesso di realizzarlo.

Parole chiave:
Gioco, Scuola ed educazione