Controtempo - Musica per tutti: i dispositivi per l’esecuzione e la composizione musicale

03/08/2012 - di Francesca Caprino consulente di ww.leonardoausili.com
 
Suonare uno strumento è spesso uno dei compiti più complessi per chi presenta gravi deficit a carico degli arti superiori. Le tecnologie assistive permettono tuttavia di superare, almeno in parte, le limitazioni funzionali, consentendo alla persona di poter beneficiare della ricchezza creativa ed espressiva dell’esperienza musicale.
Cominciamo la nostra rassegna con un sistema messo a punto in Australia, Sound House Special Access Kit, composto da una tastiera elettronica a 16 tasti di grandi dimensioni (Banana Keybord) e da un software musicale che permette di accedere a funzioni di riproduzione musicale (ad esempio di brani pre-registrati da utilizzare come base durante l’esecuzione dell’attività) e di memorizzare le esecuzioni dell’utente.
Sound House Special Access Kit è stato applicato in contesti terapeutici e riabilitativi, soprattutto in attività di gruppo. L’abbinamento software e tastiera consente di utilizzare, oltre a suoni di tipo tradizionale (come ad esempio strumenti a fiato e a percussione), anche rumori o altri suoni tipici dei contesti di vita quotidiana; quest’ultima particolarità permette di utilizzare questo strumento anche in altri tipi di attività, oltre a quelle musicali, come ad esempio quelle teatrali.
Il programma in dotazione consente inoltre di visualizzare, durante l’esecuzione musicale, delle immagini che rappresentano visivamente, attraverso dei fuochi d’artificio dinamici, la musica suonata in quel momento con la tastiera. La tastiera può anche essere collegata a sensori esterni.
Simile a una tastiera è anche lo strumento tattile MidiMate (facilmente posizionabile, per le ridotte dimensioni, sul vassoio di una carrozzina) costituito da un box con 8 tasti ricoperti da superfici di materiali diversi che assicurano un’ottima stimolazione sensoriale e si adattano anche alle esigenze di persone con deficit visivo. La tastiera MidiMate funziona come periferica di accesso a una tastiera digitale MIDI (Musical Instrument Digital Interface) che deve essere acquistata separatamente e attraverso la quale è possibile l’esecuzione di una grande varietà di accordi e melodie.
Si adatta, invece, alle esigenze di utenti con gravi limitazioni motorie a carico degli arti superiori Magic Flute, un dispositivo progettato per consentire di suonare musica elettronica dal vivo ad alta qualità professionale.
Magic Flute si compone di un sensore attivabile attraverso il soffio o l’aspirazione e da una centralina dotata di display sulla quale compaiono i comandi (note musicali, tipo di strumento, ecc.) attivabili attraverso il sensore.
Questa modalità di accesso permette di usare Magic Flute, oltre che come strumento musicale accessibile, anche come ausilio per la riabilitazione per permettere a persone con insufficienza polmonare di eseguire esercizi respiratori in modo piacevole e gratificante.
A seconda della forza del soffio o dell’aspirazione, un software specifico (Breath Controller), contenuto nel dispositivo, comunica attraverso un messaggio la forza dell’atto respiratorio valutata su di una scala da 1 a 127.
È invece basato sull’uso di più sensori a pressione (se ne possono collegare fino a 5) Quintet, un prodotto utilizzabile con bambini e adulti che debbano essere familiarizzati con la musica.
Si tratta di un ausilio che riproduce elettronicamente il suono di 32 diversi strumenti musicali e che può essere applicato anche a supporto di percorsi riabilitativi che prevedano un addestramento all’uso dei sensori.
È inoltre possibile utilizzare Quintet per attività musicali di gruppo.
Il software di questo dispositivo mette a disposizione dell’utente una collezione di brani musicali pre-immagazzinata e permette inoltre di registrare e memorizzare le proprie composizioni (sequenze di note o accordi).
Tecnologicamente molto più avanzato è invece il sistema Soundbeam, progettato negli anni ’80 come sistema musicale d’avanguardia impiegabile in performance di danza o in installazioni museali e in seguito utilizzato come supporto terapeutico per persone con disabilità motoria oltre che in casi come l’autismo, la sindrome di Down, la sindrome di Rett e l’Alzheimer.
Il sistema Soundbeam si compone di un sensore che emette degli ultrasuoni in un raggio fino a 6 metri. Gli ultrasuoni intercettano i movimenti della persona (qualunque tipo di movimento) commutandoli in suoni digitali modulati sulla base dell’ampiezza, della velocità e della direzionalità dei movimenti stessi.
Per mezzo di un software questi suoni possono assumere caratteristiche diverse, riproducendo strumenti musicali o altro.
Non si tratta di un vero e proprio strumento musicale, ma di un software accessibile da parte di utenti con gravi deficit motori, il programma SwitchJam, che permette di suonare brani rock, jazz e funk pre-registrati.
Switch Jam è pensato per un uso di gruppo ed è quindi interessante come strumento di didattica inclusiva.
Può essere utilizzato sia con dei sensori esterni connessi al computer, che per mezzo della tastiera riconfigurabile Intellikeys, per la quale fornisce degli overlay (schede applicabili sulla tastiera contenenti un numero variabile di tasti) pronti.
 
Software per la composizione
Come è noto, attualmente i personal computer, per mezzo di opportuni strumenti di interfaccia sia hardware che software (tastiere speciali, dispositivi di puntamento alternativi al mouse, sistemi a scansione, o altri sistemi come il puntamento oculare) possono essere utilizzati anche nei casi di disabilità motoria gravissima.
Alcuni software sono stati specificamente progettati per essere accessibili per mezzo di sistemi d’accesso alternativi.
È il caso di Compose World Create, un software educativo progettato per essere utilizzato nelle scuole all’interno di percorsi di educazione musicale. Si tratta di un programma che, grazie al suo completo sistema di scansione, è accessibile anche da parte di chi utilizza uno o due sensori per accedere al computer, così come per chi utilizza tastiere riconfigurabili.
Il software dispone inoltre di una sintesi vocale, una funzione particolarmente utile per bambini che presentino oltre al deficit motorio, disturbi della vista o difficoltà di coordinamento oculare.
Il programma, pensato per soddisfare i criteri del curricolo musicale della scuola primaria (esplorazione del ritmo e degli accordi musicali, scrittura di una canzone, narrazione di una storia attraverso la musica) e della secondaria di primo grado, permette di comporre melodie, armonie e ritmi attraverso l’assemblaggio di note e frasi musicali rappresentate, anziché dal consueto sistema di notazione, per mezzo di grafiche semplici e accattivanti che devono essere selezionate e trascinate su di un’apposita griglia.
Citiamo anche il programma E-scape, un software messo a punto dal progetto anglosassone Music Drake, che permette anche a persone con gravi disabilità motorie e con poche conoscenze musicali di comporre e suonare musica in modo indipendente utilizzando come periferica di accesso: uno o più sensori (il programma ne supporta fino a 4), una tastiera, un mouse a trackball a joystick, uno strumento musicale MIDI (come ad esempio tastiere o batterie elettroniche).
Diversamente dal software precedentemente descritto, E-Scape per la varietà e la complessità delle sue funzioni, si presta a essere utilizzato con adulti.
Infine, sempre pensando a un’utenza adulta, ma con minorazioni visive, è in commercio un software, Braille Music Kit, che consente di comporre musica in Braille utilizzando la tastiera del proprio PC. Studiato appositamente per persone cieche e basato sulle regole del Manuale Internazionale di Notazione musicale Braille dell’Unione Mondiale ciechi, Braille Music Editor si compone di diversi moduli che consentono di riconoscere i principali segni musicali in formato Braille, ascoltare la musica che è stata editata, convertire un file musicale scritto in Braille in un altro formato stampabile in nero attraverso il programma Finale, convertire file musicali realizzati con il programma Finale in Braille.
 
Conclusioni
Riteniamo che le soluzioni indicate, opportunamente valutate sulla base delle caratteristiche della persona, possano essere un mezzo efficace per lo sviluppo di abilità artistico-espressive.
In generale l’adozione di strategie che rendano possibile l’esecuzione autonoma di attività musicali è una strategia in grado di promuove a più livelli la partecipazione della persona, pensiamo ad esempio all’ambito educativo e alla possibilità di proporre a bambini con disabilità motoria e visiva di partecipare alle attività di didattica della musica o alla possibilità di partecipare all’interno della propria comunità ad attività artistiche e musicali di diverso tipo.
Le tecnologie assistive offrono inoltre un valido supporto in ambito riabilitativo, pensiamo al caso della musicoterapica e della terapia occupazionale.
Come si è avuto modo di vedere il confine tra strumenti per la composizione e strumenti per l’esecuzione è molto labile se si fa riferimento all’insieme dei dispositivi elettronico-digitali.
Molti strumenti per l’esecuzione permettono infatti di comporre e viceversa.
Certamente le difficoltà più consistenti si riscontrano nell’esecuzione dal vivo, qualora questa sia affidata a sistemi per loro natura molto lenti, come ad esempio la scansione.
Sistemi di ultima generazione come Soundbeam, che utilizza la motricità residua dell’utente, sembrano in parte superare questo limite, permettendo alle persone con disabilità di eseguire performance musicali ricche e strutturate.
Occorre comunque considerare che questi sistemi richiedono un periodo di addestramento preliminare affinché l’utilizzatore possa al meglio sfruttarne le potenzialità.
 

audio/vo:/�^b�~csti volontari dell’Università di Terni: Simone Fratini, Riccardo Palladino

Assistente tecnico riprese e postproduzione:Marco Coppoli
Montaggio: Francesco Locci
Responsabile e curatrice del progetto:Luana Conti
Produzione: Ce.S.Vol. Terni
Nazionalità: Italia
Anno: 2004
 

È possibile richiedere il DVD al Ce.S.Vol. di Terni (www.cesvol.net