Le esperienze di bilinguismo nella scuola di via Nomentana a Roma

“La scelta di affiancare all’insegnamento e apprendimento della lingua vocale, la LIS trovava le sue radici nella convinzione di poter aiutare così il bambino ad arricchire il suo sviluppo cognitivo, offrendogli strumenti diversi di organizzazione delle conoscenze, permettendogli di comunicare con gli altri…
Alla realizzazione delle attività proposte per l’insegnamento delle due lingue, hanno cooperato l’assistente alla comunicazione sordo e le insegnanti udenti, nel rispetto del principio “una persona una lingua”. Durante le attività infatti l’assistente sordo esperto nella LIS, conduce per primo l’attività nella Lingua dei segni allo scopo di favorire la comprensione, nonché l’apprendimento del lessico e delle forme morfo-sintattiche della LIS adottando, per facilitare i bambini al primo approccio, una comunicazione “globale”. In un secondo momento viene ripresentata la stessa attività nella modalità vocale, ci si aiuta con l’azione mimata collettiva che può portare alla drammatizzazione. L’azione mimata collettiva si è rivelata di grande efficacia per la memorizzazione delle parole e delle strutture frasali. Seguono, poi, le attività di apprendimento e consolidamento linguistico attraverso le quali vengono analizzate, decontestualizzate e interiorizzate le strutture linguistiche…
Le esperienze di questi anni hanno evidenziato che i bambini possono essere quindi incoraggiati e stimolati dalla presentazione delle unità didattiche in questa duplice modalità: acustico-vocale e visivo-gestuale perché non sempre le difficoltà mostrate dai bambini sordi sono da riferire alla difficoltà cognitiva insita nel compito o nella singola materia. Spesso accade che sia la richiesta a non esser compresa perché la modalità in cui viene espressa non è adeguata. La presenza dell’adulto sordo o dell’assistente alla comunicazione può aiutare a superare gli ostacoli linguistici permettendo l’accesso ai vari contenuti didattici semplicemente in un’altra lingua: la Lingua dei segni, cioè può consentire agli alunni di partecipare alle attività con rinnovato maggiore interesse: oltre al fatto –ed è questo un altro aspetto importante –che l’assistente sordo è visto dagli alunni come modello positivo, favorendo la costruzione di una propria identità di persona sorda. Globalmente risultano facilitate le relazioni e la crescita cognitiva. Grazie al supporto dell’assistente sordo gli allievi possono padroneggiare le varie informazioni presentate appunto prima in LIS e poi in Italiano. La comunicazione diviene più fluida, ciò rassicura l’allievo in apprendimento e crea un clima più disteso in aula. Da ciò può scaturire un buon rendimento scolastico. Con tale esperienza di bilinguismo si sono raggiunti buoni risultati sia nell’apprendimento della LIS che della lingua vocale”

Tratto dal testo di Angela Vecchietti e Alessandra Rossini “L’esperienza di bilinguismo nella scuola materna ed elementare in : "L'Istituto Statale dei sordi di Roma - Storia di una trasformazione a cura di Simonetta Maragna". Il libro ripercorre la storia dell'Istituto dal XIX secolo ad oggi.

E' possibile richiedere il libro ordinandolo via fax allo 0644240638 e con un contributo spese minimo di euro 5,00.
Per ulteriori informazioni: segreteria@istitutosordiroma.it

Scuola Materna ed Elementare 173° Circolo Didattico
Via Nomentana n.56 - 00161 Roma Dal 2000 il 173° Circolo Didattico è diventata una delle scuole dell'ISISS (Istituto Statale di Istruzione Specializzata per Sordi)

L’ISISS (l'Istituto Statale di Istruzione Specializzata per Sordi, sede di Roma), comprende tutti i livelli di scuole, dal ciclo dell'infanzia alla scuola superiore, per garantire la continuità didattico-formativa dell'alunno sordo.
Due i concetti fondamentali su cui si organizza l’attività: l'educazione bilingue in un modello di integrazione tra sordi e udenti.

Integrazione
L'integrazione tra bambini sordi ed udenti consente di evitare il grave rischio di isolamento dei bambini sordi inseriti da soli all'interno di un contesto di udenti.
Da diversi anni tale integrazione è realizzata con successo nella scuola materna ed anche la scuola elementare, da cinque anni, ha aperto le iscrizioni a piccoli gruppi bilanciati di bambini sordi e di bambini udenti.

Bilinguismo
L'insegnamento della LIS (lingua italiana dei segni) come seconda lingua è rivolto ai bambini udenti e ai bambini sordi.
La lingua dei segni diviene occasione di crescita cognitiva e culturale, strumento di scambio comunicativo e quindi possibilità di reale incontro tra sordi e udenti.
Particolare attenzione è inoltre rivolta alla ricerca di strategie adeguate e differenziate in rapporto alle caratteristiche di ciascun bambino (es. tecnologie informatiche, uso di software didattici mirati ecc.)
Da diversi anni nella scuola materna del nostro istituto si realizza con successo un'integrazione fra bambini sordi e bambini udenti provenienti in prevalenza dal territorio del terzo municipio (zona Nomentana); prendendo spunto da questa positiva esperienza di integrazione la scuola Elementare, dall'anno scolastico 2002-03, ha aperto le iscrizioni in prima classe a piccoli gruppi, bilanciati, di bambini sordi e bambini udenti.
Questo modello di integrazione consente di evitare il grave rischio di isolamento che i bambini sordi correrebbero se inseriti da soli, come succede nelle scuole non specializzate, in un contesto di 20/30 coetanei udenti.
Nella scuola specializzata di Via Nomentana, che dall'anno scolastico 2000-01 è diventata scuola aggregata dell'ISISS, l'insegnamento della LIS (lingua italiana dei segni) come seconda lingua, rivolto sia agli alunni sordi che a quelli udenti, diviene occasione di crescita cognitiva e culturale, strumento di scambio comunicativo e quindi inizio di un iter educativo che porterà ad una reale integrazione tra sordi ed udenti.
Tale esperienza è proseguibile all'interno della scuola media "S.Fabriani" e dell' IPSIA "Magarotto".

Fonte: scuolasordidiroma nw104

Istituto Statale dei Sordi
via Nomentana 54/56 - 00161 Roma - tel 0644240311 - 0644240194 - fax 0644240638
www.istitutosordiroma.it