Il progetto adozione di un deficit

Nell'ambito della Legge regionale 29/97 art. 11 "Sensibilizzazione culturale, documentazione e consulenza" la Regione Emilia-Romagna, Assessorato Politiche Sociali, Educative e Familiari, incarica i Centri Documentazione per l'Integrazione delle persone in situazione di handicap di ciascuna provincia di realizzare il progetto "Adozione di un deficit".

Il CDH di Bologna ha scelto di curare la documentazione e l'informazione attorno al deficit relativo alle Paralisi Cerebrali.

Il sito ha lo scopo di raccogliere, ordinare e organizzare le informazioni contenute in queste pagine in modo tale che possano essere accessibili da parte di soggetti in situazione di handicap, genitori, insegnanti, educatori, operatori socio-sanitari, tecnici.

Infatti il sito ha prevalentemente una funzione di orientamento informativo e documentativo allo scopo di facilitare agli utenti l'acquisizione di informazioni di base sulle problematiche delle paralisi cerebrali, in particolare:

* sulle cause;
* sulle classificazioni;
* sugli interventi riabilitativi ed educativi.

Inoltre, una parte specifica è dedicata al corredo informativo e documentativo (bibliografia e segnalazioni da riviste specializzate) in modo da poter fornire ulteriore strumenti di conoscenza, orientamento, approfondimento.

Il CDH collabora, per questo progetto, con il Laboratorio di Documentazione e Formazione del comune di Bologna che si occupa del deficit di moto e con il CEPDI di Parma che si occupa invece della spina bifida.

www.comune.bologna.it/istruzione/laboratorio/deficit