2006/3 (monografia su autobiografia e disabilità)

Scrivere è esistere: le persone disabili si raccontano

01/01/2006 - Annalisa Brunelli, Giovanna Di Pasquale

Autobiografie fino al 1979

Earl R. Carlson
Nato così
Roma, Il Pensiero Scientifico, 1959
L’autore affida a queste pagine la storia della sua vita: nato nel 1897 con paralisi

Il vizio di scrivere

01/01/2006 - Annalisa Brunelli, Giovanna Di Pasquale

autobiografie, narrazioni, disabilità

Ciò che senti è ciò che prendi: uno spettacolo teatrale che non si va a "vedere"

01/01/2006 - Massimiliano Rubbi

Nell’ultimo numero di “HP-Accaparlante”, dedicato a teatro e disabilità, avevamo parlato di una scuola di teatro per sordi e udenti, che portava a uno spettacolo basato sull’elemento

Lo sport per disabili in rete

01/01/2006 - Fabrizio Galavotti

La Rete può essere il passaggio fondamentale per far conoscere maggiormente le attività sportive delle persone disabili; infatti Internet, con il suo bacino d’utenza, potrebbe diventare il territorio

Storie di Calamai e di altre Creature Straordinarie

01/01/2006 - Roberto Ghezzo

Il convegno Storie di Calamai e di altre Creature Straordinarie, che si terrà quest’anno il 24 e il 25 novembre a Bologna, è un appuntamento “di studio e gioco” per festeggiare il

Lettere al direttore

01/01/2006 - Claudio Imprudente

Ciao Claudio,
sono una mamma di 24 anni di Poviglio di Reggio Emilia. Mi permetto di darti del tu perché avendo letto il tuo libro e avendoti visto a un convegno a Guastalla (RE)

Avere un figlio disabile: i genitori raccontano

01/01/2006 - Annalisa Brunelli, Giovanna Di Pasquale

Storie e testimonianze fino al 1981
 
George Hourdin
Il dolore innocente
Assisi, Cittadella, 1978
Il racconto di un padre

Il gioco- Nu

01/01/2006

Situato al piano terra di un antico palazzo nel cuore del centro storico di Prato, Nu è un laboratorio di gioco dedicato a bambini dai 3 agli 11 anni d’età. È  un centro di servizi ludico-educativi

I disabili in Brasile: legislazione e iniziative degli ultimi vent'anni

01/01/2006 - Ana Bizzotto

Samba, carnevale, belle spiagge e persone simpatiche. Dall’altra parte violenza, povertà e corruzione. Il Brasile è conosciuto all’estero per molti dei suoi buoni e cattivi aspetti, ma un tema

"Non l'avevo mai notato…"

01/01/2006 - Alessandra Pederzoli

Questo pezzo nasce da una chiacchierata spontanea con un’amica (ecco perché non compare il papà), non vuol essere uno stralcio di intervista ad hoc, quanto piuttosto un fotografare una serie di pensieri scaturiti proprio a partire da poche e significative parole scambiate con questa mamma.

Condividi contenuti