1997/56

Il Welfare siamo noi

01/01/1997 - Mariano Bottaccio

Il Terzo settore chiede di contare di più nella progettazione delle politiche sociali. E promette due cose: un ampliamento della partecipazione democratica e la creazione di nuovi posti di lavoro.

L'affetto quotidiano

01/01/1997 - Massimo Manferdini e Mirella Chitti

"Accettando di fare dello spazio relazionale nel proprio ambito di lavoro si è costretti ad accettare uno scarsoriconoscimento professionale; ma socializzando il più possibile questo spazio è possibile che l'utilità sociale dell'handicap venga sfruttata da un maggior numero di persone e quindi sia più capita e apprezzata"

Jane Sommers

01/01/1997 - Doris Lessing

Stavo per andare dritta a casa, perché all'improvviso mi sentivo stanchissima. Ma ho chiesto al tassista di lasciarmi da Maudie Fowler. Ho cominciato a bussare e picchiare alla porta. Gelo. Silenzio

Spazio al corpo

01/01/1997 - Davide Rambaldi

Come si traduce la consapevolezza della relazione tra spazio e corpo? In un primo luogo in una analisi degli spazi istituzionali: l’ospedale, il centro diurno, la scuola: dalla loro organizzazione

Spazi scolastici

01/01/1997 - Rosanna De Sanctis

L'importanza del corpo e della comunicazione corporea all'interno della scuola è stato un tema da sempre sottovalutato o addirittura ignorato. Così per lo spazio, la disposizione dei banchi, delle classi...
Intervista a 5 insegnanti della Scuola Media Zanotti di Bologna

Dalla parte dei ragazzi

01/01/1997 - Milena Bernardi 

Paolo Fallai è nato a Velletri (Roma) il 19 luglio 1959 e fino a dieci anni voleva fare il medico. Lo sbarco sulla luna, nel 1969, lo convinse ad abbandonare malati e sale operatorie in vista

Condividi contenuti