1996/50

La mediazione culturale

01/01/1996 - Antonella Gandolfi

Il mediatore, etimologicamente parlando, può essere un'individuo che ha lafunzione di avvicinare due parti, un "intermediario"; o,pedagogigamente parlando, uno strumento ("oggetti, materiali,

Editoriale

01/01/1996 - Viviana Bussadori

Inutile meravigliarsi dei toni da bar (senza offesa per i bar e i lorofrequentatori) che i politici nostrani hanno ormai adottato per portare voti alproprio schieramento. Si era già capito due anni

L'eldorado degli albanesi

01/01/1996 - Nicola Rabbi


Milena Magnani, 31 anni, vive a Bologna, città dove è nata e lavora comeeducatrice in una comunità-alloggio per disabili mentali. Dopo aver esorditocon un romanzo-saggio sul tema della tossicodipendenza,

Attori come gli altri

01/01/1996 - Antonino Frusone

L'urgenza di raccontarsi, la necessità di parlare, di comunicare conl'altro. Il teatro come strumento per dare dignità e voce alla propriaespressività, nonostante una società che tende ad isolare

Mille lire al mese

01/01/1996 - Davide Rambaldi

Affrontare il tema del rapporto tra la professione dell'educatore e la suaretribuzione significa mettere in relazione tre concetti tra loro collegati. Nonsi può parlare di retribuzione infatti senza

Lingua nomade

01/01/1996 - Antonella Gandolfi

Lavorare come educatore con gli zingari vuol dire imparare a conoscere un modo diverso di pensare che si basa sulla parola orale e non su quella scritta. In questo caso la comunicazione deve partire da basi diverse ed è compito dell'operatore saper "tradurre", mediare il loro linguaggio nel suo e viceversa.

Perché lo fai?

01/01/1996 - Sandro Bastia

Si ha sempre l'idea che un operatore sociale faccia un lavoro che è"impagabile", che le ricompense vengano da "un'altra parte",un altrove non bene identificato, personale, per ciascuno

Per saperne di più

01/01/1996 - Davide Rambaldi

* P. Bertolini, M. Dallari (a cura di), "Pedagogia al limite", LaNuova Italia, Firenze, 1988
* G. Bertolini (a cura di), "Diventare medici", Guerini, Milano, 1994
* A. Calvani,

Condividi contenuti