I progetti di sostegno e le offerte inclusive dei CBF – Centri per Bambini e Famiglie di Bologna

La Cooperativa Accaparlante è felice di segnalarvi che i CBF, i Centri per Bambini e Famiglie 0-6 anni del Comune di Bologna, si pongono quest’anno l’obiettivo di mettere al centro dei propri servizi anche i temi dell’inclusione e dell’accessibilità.

I CBF desiderano infatti consentire l’accesso alle proprie sedi e alle proprie attività anche alle famiglie con bambini che presentano specifiche difficoltà evolutive, di tipo fisico e psichico, per le quali può essere ancora più preziosa la possibilità di usufruire di uno spazio sociale ed educativo volto a sostenere l’impegnativo compito dell’essere genitori.

In questa direzione Il Tempo dei Giochi, il Centro del Quartiere Saragozza, in via Dello Sport 25, ha scelto di diversificare la propria proposta, offrendo momenti e servizi mirati gestiti da operatrici con competenze specifiche, rivolti a quei genitori che si trovano ad affrontare situazioni di disagio nella crescita evolutiva dei propri figli.

In particolare, Il Tempo dei Giochi offre:

SPORTELLO DI ASCOLTO E CONSULENZA EDUCATIVA

Lo sportello, attivo già da novembre 2019, è rivolto ai genitori di bambini e bambine 0-6 anni che, per vari motivi, vivono una situazione di difficoltà e/o di disagio. I colloqui saranno condotti da Sandra Negri, consulente educativa, della coppia e della famiglia della Cooperativa Accaparlante/Associazione Centro Documentazione Handicap di Bologna.
Lo Sportello è uno spazio di incontro, confronto e sostegno sulle tematiche educative, le criticità e gli eventuali dubbi e insicurezze che si possono presentare nel percorso di crescita di ogni genitore e di ogni bambino, sia nelle situazioni ordinarie che in quelle “straordinarie”, dovute alla presenza di più specifiche e particolari difficoltà.

Lo sportello è aperto dalle ore 17 alle 19 nelle seguenti giornate ed è completamente gratuito:

– Centro Bambini Famiglie “Il Tempo dei Giochi” in via dello Sport 25: il primo e il terzo giovedì del mese (oppure su appuntamento da concordare con la consulente);
– Centro Documentazione Handicap in via Pirandello 24: su appuntamento da concordare con la consulente.
Per ulteriori informazioni e prenotazioni:
sandra@accaparlante.it, cell.3385989553, indicando un proprio recapito telefonico (il genitore sarà ricontattato per fissare un appuntamento).

INTERVENTO LUDICO EDUCATIVO

Questo tipo di intervento desidera sostenere, attraverso il gioco, le famiglie con bambini che presentano specifiche necessità evolutive.
Gli incontri possono essere anche individuali e prevedono un momento di gioco libero tra genitori e bambini dove esperimentare nuove abilità, scoprire delle potenzialità e costruire una relazione affettiva e positiva.
L’obiettivo dell’intervento è facilitare, guidare e sostenere l’attività di gioco insieme, rendendola significativa, perché è attraverso il gioco che il bambino incrementa le sue abilità fisiche, cognitive e relazionali.

L’attività si svolgerà il secondo giovedì del mese dalle 16.30 alle 18.30 presso:
– Centro Bambini e Famiglie Il Tempo dei Giochi e verrà gestita da Fernanda Nader, educatrice professionale e terapista occupazionale AUSL Bologna.

Per ulteriori informazioni:
cbfiltempodeigiochi@comune.bologna.it
È possibile, chiamando il numero 0516141147, fissare visite guidate per l’utilizzo degli spazi e momenti di incontro con i pedagogisti, gli operatori e gli educatori del centro.

Il Tempo dei Giochi e i CBF di Bologna partecipano al progetto metropolitano Trame educative.

Libri come ponti: da geranio a educatore e altre storie

Martedì 3 dicembre, in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, un pomeriggio a Milano con Claudio Imprudente, presidente onorario del Centro Documentazione Handicap, al Centro Asteria di Piazza Carrara 17/1.
Alle 14.30 Claudio incontrerà le classi delle scuole dell’infanzia e primarie che si sono cimentate nella lettura della sua fiaba Re 33 e i suoi 33 bottoni d’oro (edizione aggiornata, la meridiana, 2019).

A seguire, alle 18, Claudio presenterà il suo ultimo libro Da Geranio a Educatore (Erickson, 2018) in occasione del convegno “Libri come ponti”, moderato dal giornalista Claudio Arrigoni, insieme a Francesca Frediani, responsabile della Grande Fabbrica delle Parole-Terre di Mezzo, Andrea Miotti, presidente del Gruppo L’Impronta e membro della Consulta cittadina per le persone disabili, Laura Ricchina, responsabile della Biblioteca Chiesa Rossa del Sistema Bibliotecario Milano e Elvira Zaccagnino, direttrice di edizioni la meridiana.

La partecipazione dà diritto a crediti formativi per gli insegnanti.

Per informazioni:
Susanna Vecchi, Centro Asteria – cultura@centroasteria.it
Martina Gerosa – martinagerosa67@gmail.com

Anche il CDH all’Open day di Palazzo Re Enzo con le offerte formative e didattiche

Anche il Centro Documentazione Handicap e la cooperativa Accaparlante parteciperanno a “Cosa abbiamo in Comune”, l’annuale Open day di presentazione a insegnanti, educatori e dirigenti dell’offerta formativa del Comune di Bologna e della rete educativa cittadina.

Appuntamento martedì 10 settembre, dalle ore 10 alle 17, a Palazzo Re Enzo, in piazza del Nettuno a Bologna.

Vi aspettiamo con tutte le nostre novità e le offerte formative e didattiche per l’anno 2019/2020!

Le nostre proposte didattiche ed educative per l’anno scolastico 2019/20

Fare esperienza dell’incontro con la diversità e imparare insieme a riconoscere nelle differenze un valore da scoprire e condividere.
Ecco le nostre proposte didattiche ed educative per l’anno scolastico 2019/20, dalla Scuola dell’Infanzia all’Università, in cui l’équipe di educatori e animatori con disabilità del Progetto Calamaio condurrà i partecipanti in percorsi sempre diversi tra animazioni, libri modificati e scrittura in simboli, arte, teatro, educazione ambientale, sport, formazioni per insegnanti, genitori e operatori socioculturali.

Progetto Calamaio. Incontro con la diversità – Animazioni educative rivolte a gruppi classe di ogni ordine e grado che mettono al centro l’incontro diretto con la persona con disabilità. Fiabe e drammatizzazioni per i più piccoli, giochi di ruolo e associazioni di idee per i più grandi, preceduti e seguiti da incontri con insegnanti e famiglie per rispondere a eventuali esigenze specifiche.

Cultura Libera Tutti – Percorso interdisciplinare per la Scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo e Secondo Grado in collaborazione con Istituzione Bologna Musei (MAMbo, Museo Civico Archeologico, Museo del Patrimonio Industriale) e ITC Teatro, che utilizza il patrimonio culturale per rimuovere barriere fisiche e psicologiche favorendo l’inclusione, stimolando la creatività e l’espressione personale.
La proposta è rivolta solo alle scuole di Bologna e provincia.

Il libro modificato – Laboratorio di didattica inclusiva per la Scuola Primaria e Secondario di Primo e Secondo Grado. Il laboratorio ha l’obiettivo di mettere in contatto i partecipanti con la CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa) e la scrittura in simboli, attraverso giochi e attività espressive e creative per favorire un’esperienza positiva di didattica.

Calamaiorto – Orti urbani accessibili per la Scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo e Secondo Grado. Il laboratorio desidera coinvolgere gli studenti nella realizzazione e futura gestione di uno spazio “verde” accessibile individuato in uno spazio artificiale, dove possano sperimentare – attraverso l’orticultura e il gioco in natura – diverse esperienze sensoriali, motorie e cognitive.
La proposta è rivolta solo alle scuole di Bologna e provincia.

Libri come Ponti – Letture animate per la Scuola dell’Infanzia e la Scuola Primaria – A partire da alcuni classici della letteratura dell’infanzia dedicati al tema della diversità (tra gli altri Piccolo blu e piccolo giallo di L. Lionni e Il pentolino di Antonino di I. Carrier) coinvolgiamo i più piccoli all’interno e della storia nell’interazione diretta con i suoi protagonisti.

Gioco Libera Tutti – Educazione motoria per la Scuola Primaria e Secondaria di Primo e Secondo Grado. Scoprire che esiste una modalità competitiva sana, divertente e non violenta consente a tutti di partecipare ad attività di movimento e sportive secondo i propri limiti e le proprie abilità, a trovare soluzioni, ad aiutare ciascuno a trovare il suo specifico modo di giocare.

Storie Per Tutti – Letture ad alta voce dai 3 agli 8 anni, accompagnate da diversi modi di leggere e di ascoltare, per consentire anche ai bambini con disabilità sensoriali o difficoltà di lettura e di apprendimento, e ai bambini migranti che non conoscono ancora bene la lingua italiana, di fruire della magia del racconto.

Un giorno al Cdh! – Una mattinata di giochi e laboratori, una visita guidata tra gli spazi del Centro Documentazione Handicap di Bologna alla scoperta della Biblioteca specializzata, del libro in simboli, tattile o senza parole. La giornata è gratuita per le prime 5 prenotazioni!

Per ulteriori informazioni sul progetto, le formazioni e i singoli percorsi:
calamaio@accaparlante.it e Sandra Negri (Coordinatrice Progetto Calamaio) sandra@accaparlante.it
tel. 0516415005 – cell. 3492481002 (dalle ore 9.30 alle ore 15.30)
http://progettocalamaio.accaparlante.it

Guarda il video “Che differenza fa?! Il Progetto Calamaio incontra la Scuola Don Milani >>

Guarda il video “Le Olimpiadi delle difficoltà” >>