Storie di pace per tutti: un aprile di fiabe accessibili

Nel mese di aprile le “Storie di pace per tutt*” si dedicano alle fiabe classiche e alla loro accessibilità anche a bambine e bambini con disabilità e disturbi specifici di apprendimento: perché le storie e i personaggi popolari della nostra letteratura per l’infanzia devono essere patrimonio di tutti e veicolo di inclusione.

Questo il calendario delle iniziative, che sarà possibile seguire sulla pagina Facebook di Storie per tutti, in diretta o in differita.

Sabato 10 aprile, ore 11.00: “A sbagliare le storie”, presentazione della video-lettura accessibile tratta dalla favola di Gianni Rodari e illustrata da Alessandro Sanna, per bambini da 3 a 10 anni.

Sabato 23 aprile, ore 11.00: “Il libro accessibile tra l’oggi e il domani”, intervista a varie realtà editoriali impegnate nella letteratura accessibile per ragazzi, sullo stato attuale dei libri accessibili e le loro prospettive di futuro.

Mercoledì 28 aprile, ore 17.30-19.30“Il diritto alla fiaba e il libro accessibile: una questione di libertà”, formazione online per genitori, professionisti dell’educazione, bibliotecari e curiosi sul contenuto (scrittura Easy To Read, linguaggio in simboli) e il supporto (libri tattili, libri digitali…) dei libri accessibili – Partecipazione gratuita, richiesta iscrizione a storiextutti@gmail.com.

Per informazioni e dettagli:
www.storiepertutti.it – www.facebook.com/Storiepertutti
Info: storiextutti@gmail.com

“Un cammino lungo un giorno” con i libri di accaParlante

A causa della situazione sanitaria, è rinviata all’aprile 2022 la terza edizione di “Un cammino lungo un giorno”, l’iniziativa biennale promossa da Polisportiva Masi e Percorsi di Pace, con il patrocinio del Comune di Casalecchio di Reno, per rendere visibile il tema della disabilità.
Aspettando il prossimo anno, gli organizzatori hanno programmato per il 2021 un ciclo di iniziative online legato alla collana “I libri di accaParlante” edita da la meridiana, per mantenere viva una riflessione comune sul tema.

Martedì 13 aprile, ore 21
Press play on sport. Esperienze di accessibilità sportiva per persone con disabilità
Presentazione del libro con Massimiliano Rubbi (autore), Roberto Parmeggiani (sindaco di Sasso Marconi, delegato dell’Unione per i servizi socio sanitari) e Melissa Milani (presidente regionale Comitato Paralimpico) – Conduce l’incontro Maurizio Sgarzi (Percorsi di Pace – Futura)

Martedì 20 aprile, ore 20.30
Camminare e viaggiare. Le persone con disabilità tra aiuto e autonomie
“Non così, ma così” con Paolo Giacomoni (La Girobussola) e A Capo Nord bisogna andare due volte. Storie di un viaggio accessibile tra limiti e risorse con Valeria Alpi (autrice) – Conduce l’incontro Rosanna De Sanctis (Associazione d’iDee)

Martedì 27 aprile, ore 18
Leggere, scrivere, far di conto. Proposte e strumenti inclusivi per apprendere e comunicare
Presentazione dei libri A scuola è il respiro del mondo. La lezione accessibile per valorizzare tutti gli allievi con Giovanna Di Pasquale (autrice) e Scrivere facile non è difficile. L’efficacia della scrittura Easy To Read con Nicola Rabbi (autore) – Conduce l’incontro Rita Mastellari (Associazione d’iDee).

Sarà possibile seguire tutte le iniziative in diretta streaming sulla pagina Facebook di Percorsi di Pace.

“Dalla principessa Allegra a Teresin che non cresceva”: aperte le iscrizioni al seminario del 25 marzo sulle figure femminili in Gianni Rodari e l’accessibilità per tutti

Sono aperte le iscrizioni al corso di formazione online gratuito che si terrà giovedì 25 marzo dalle 17.30 alle 19, a cura di Librarsi, il laboratorio per la produzione di libri accessibili della cooperativa sociale Accaparlante.

Il corso, dal titolo “Dalla principessa Allegra a Teresin che non cresceva. Le ragazze di Rodari accessibili a tutti”, è dedicato all’immaginario femminile nelle storie di Gianni Rodari. Storie che continuano ancora oggi, a molti anni dalla loro prima uscita, a proporci figure di bambine e ragazze innovative e contemporanee.

L’incontro presenterà alcune di queste protagoniste sempre attuali e l’ultimo lavoro del laboratorio Librarsi, con cui sono state rese accessibili cinque storie di Rodari nel volume Giacomo di cristallo e altre storie, pubblicato nella collana Parimenti da Edizioni la meridiana.

Il corso è rivolto a genitori, a professionisti dell’educazione e a tutte le persone interessate.

Per partecipare è richiesta l’iscrizione a storiextutti@gmail.com.

Le Storie per tutti proseguono a marzo con una rassegna al femminile

Oggigiorno una buona parte della letteratura per l’infanzia vede la figura femminile al centro. Protagoniste delle storie e delle biografie (donne scienziate, sportive, artiste ecc.), autrici (scrittrici, illustratrici, editor) e lettrici. I ruoli sociali e familiari stanno cambiando e questo si esprime ed emerge nei e dai libri. Ma c’è ancora tanto lavoro da fare.
Perciò bisogna continuare a scommettere sull’obiettivo mondiale dell’Agenda 2030 dell’Onu di “Raggiungere l’uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze”. La letteratura per l’infanzia è chiamata ad aiutare a raggiungerlo. Per far sì che tutte le bambine crescano, come la rodariana Atalanta, curiose, coraggiose e libere. E per far sì che il genere si possa esprimere in tutte le sue varietà, in tutte le sue identità, nella conoscenza e nel rispetto reciproci.

Con queste premesse e lo slogan “Siamo tutti Atalanta”, proseguono anche a marzo le Storie di pace per tutti, con una rassegna tutta dedicata alle donne (ma con un piccolo omaggio anche ai papà!) e con ispirazioni tratte da Gianni Rodari.

Questo il calendario delle iniziative, che sarà possibile seguire sulla pagina Facebook:

  • sabato 6 marzo, ore 11.00: “La ballerina cosmica”, presentazione della video-lettura accessibile in Lis e simboli tratta dal racconto di Linda Ferri, per bambini da 3 a 10 anni
  • sabato 13 marzo, ore 11.00: “Una «savia» bambina e la sensibilità di Rodari per l’educazione di genere”, intervista a Marzia Camarda, autrice del saggio Una «savia bambina». Gianni Rodari e i modelli femminili – Per proporre domande all’autrice, scrivete a storiextutti@gmail.com
  • sabato 20 marzo, ore 11.00: “Ancora, papà!”, presentazione della video-lettura accessibilein Lis e simboli tratta dal racconto di Mariapaola Pesci e Irene Penazzi, per bambini da 3 a 10 anni
  • giovedì 25 marzo, ore 17.30-19.00“Dalla principessa Allegra a Teresin che non cresceva. Le ragazze di Rodari accessibili a tutti”, formazione online per genitori, professionisti dell’educazione e curiosi con l’équipe di “Librarsi. Laboratorio per la produzione di libri accessibili” della Cooperativa sociale Accaparlante, sull’immaginario femminile nelle storie di Gianni Rodari e il lavoro per il volume accessibile Giacomo di cristallo e altri racconti, pubblicato nella collana “Parimenti” di edizioni la meridiana – Partecipazione gratuita, richiesta iscrizione a storiextutti@gmail.com

Per informazioni e dettagli:
www.storiepertutti.it
www.facebook.com/Storiepertutti
storiextutti@gmail.com

DPCM del 4 novembre 2020: i libri sono beni essenziali ma le biblioteche chiudono

Anche la Biblioteca del Centro Documentazione Handicap sostiene l’appello dell’AIB – Associazione Italiana Biblioteche, diretto al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, a seguito del DPCM del 4 novembre 2020 che mantiene l’apertura delle librerie ma chiude le biblioteche.

“Illustri Signori Ministri – scrive Rosa Maiello nell’appello di AIB – come da più parti è stato ricordato, i libri sono beni essenziali, perché sono strumenti primari di apprendimento, di ricerca, di conoscenza, perché stimolano l’immaginazione e la capacità di elaborazione critica ed espressione del pensiero, perché moltiplicano le opportunità di trovare soluzioni ai problemi propri e degli altri, perché sono compagni di viaggio che aiutano a leggere il mondo oltre l’orizzonte dell’esperienza quotidiana individuale, a non sentirsi soli, ad affrontare la solitudine, le paure, le difficoltà che oggi più che mai affliggono le nostre esistenze e che rischiano di schiacciare i destini di coloro che sono fisicamente, socialmente o culturalmente più esposti. I libri sono tanto essenziali che il recente DPCM del 4 novembre per il contrasto alla pandemia da COVID-19 prevede che le librerie restino aperte anche nelle zone rosse, esposte al più alto rischio di diffusione del contagio. Lo stesso DPCM ha però disposto – con un linguaggio non comprensibile alla generalità dei lettori – la sospensione dell’apertura al pubblico dei musei, delle mostre “…. e degli altri istituti e luoghi della cultura”, e quindi anche delle biblioteche, come definite dalla lettera b) del secondo comma dell’art. 101 del Codice dei beni culturali, relativo agli “Istituti e luoghi della cultura”. Si tratta di tutte le biblioteche appartenenti allo stato e a organismi pubblici e di quelle private aperte al pubblico.

[…] Non comprendiamo perché impedire il prestito dei volumi, gestito con tutte le dovute cautele a tutela della salute degli operatori e del pubblico e ferma l’ovvia condizione che la biblioteca sia in grado di assicurarle. In questo modo si privano non solo studenti e ricercatori delle fonti necessari per progredire nei loro studi (perché le biblioteche sono strumenti essenziali per l’effettività del diritto allo studio e del diritto alla ricerca), ma tutti i cittadini e in particolare quelli socialmente ed economicamente più svantaggiati di un servizio essenziale, e il tutto proprio in una delle fasi più dure e difficili della loro esistenza”.

Come CDH abbiamo sempre sostenuto l’importanza dei libri come ponti per la conoscenza, l’inclusione, la cittadinanza attiva, la valorizzazione della diversità, la difesa dei diritti umani. E abbiamo sempre sostenuto e continuiamo fortemente a sostenere l’accessibilità al libro e il diritto alla lettura per tutti.

Leggi l’intero appello di AIB >>

“Giacomo di cristallo e altre storie”: i racconti di Rodari diventano accessibili a tutti

Si intitola Giacomo di cristallo e altre storie il nuovo libro della collana Parimenti. Proprio perché cresco, di Edizioni la meridiana.

Nel centenario della nascita di Gianni Rodari, cinque storie del celebre autore diventano accessibili a tutti, grazie alla traduzione in simboli ad opera del gruppo di lavoro “Librarsi”, un laboratorio permanente di costruzione e produzione di libri accessibili della Cooperativa Accaparlante di Bologna.

La collana Parimenti è dedicata a lettori giovani-adulti con disabilità linguistiche e cognitive, affinché il piacere della lettura sia davvero per tutti e senza barriere.

È la prima volta che i racconti di Rodari assumono un’altra forma, un altro linguaggio, e ciò è stato possibile grazie all’autorizzazione delle eredi, che hanno subito concesso i diritti capendo la portata del progetto.

Giacomo di cristallo e altre storie è il terzo volume della collana, dopo Il diario di Anna Frank e Dracula.

Il libro è disponibile online sul sito della casa editrice, nei maggiori store online, in libreria o contattando il Centro Documentazione Handicap alla mail annalisa@accaparlante.it.

Per maggiori informazioni sul libro e alcune pagine da sfogliare:
www.lameridiana.it/giacomo-di-cristallo-e-altre-storie.html

Arrivano le “Storie per tutti di pace”, in una edizione speciale come sempre accessibile a tutti

Ricominciano le Storie per tutti, con una edizione speciale, tutta online e dedicata ai temi della pace.

“Storie per tutti di pace” punta infatti sul valore potente, educativo e formativo della narrazione, delle storie condivise, come spazio di incontro e dialogo, per sostenere con forza e determinazione una cultura di pace e non violenza, di valorizzazione delle diversità e di pari opportunità.

La rassegna, disponibile sul sito di Storie per tutti e sulla pagina Facebook dedicata, è rivolta sia ai bambini che agli adulti che lavorano con le nuove generazioni e prevede diverse attività. Ci saranno storytelling digitali, cioè delle vere e proprie video-letture create con diverse tecniche di animazione digitale e rese fruibili e accessibili anche a chi ha delle disabilità e a chi non riesce ad accedere al libro in maniera non convenzionale. Ci sarà una sezione di cartoline digitali, per condividere le proprie impressioni sulle video-letture: ognuno potrà inviare un racconto, una foto, un disegno, o qualunque altro mezzo espressivo per condividere il proprio pensiero. Ci sarà poi una sezione dedicata alla “cassetta degli attrezzi”, con un insieme di materiali (recensioni di libri, film, musica, articoli, interviste, ecc.) indirizzato a chi lavora attivamente nell’educazione delle giovani generazioni, tenendo come focus la cultura della pace. Infine, alcuni appuntamenti formativi con il coinvolgimento di esperti, sulla risoluzione non violenta dei conflitti per la convivenza pacifica e nel rispetto dei diritti umani.

Ogni mese, da ottobre a dicembre, avrà poi una sua declinazione specifica: a ottobre “Per una cultura della pace e della non violenza… insieme a Rodari!”, a novembre “Per il diritto alle pari opportunità”, a dicembre “Il valore della diversità”.

La prima video-lettura, accompagnata da animazioni in simboli e LIS, è prevista per sabato 10 ottobre alle ore 11, con il libro di Gianni Rodari Uno e sette.

Per tutta la rassegna segui www.storiepertutti.it, www.facebook.com/Storiepertutti

 

Storie per Tutti riparte online e ci porta “in viaggio”

Dopo la pausa dovuta al lockdown tornano le “Storie per Tutti“, il progetto di letture accessibili ad alta voce, promosso dal CDH Centro Documentazione Handicap di Bologna, rivolto all’infanzia, che propone narrazioni fruibili anche da chi non riesce ad accedere al libro in maniera convenzionale a causa di disabilità o dai bambini che non conoscono ancora bene la lingua italiana. Per adeguarsi alle nuove regole sociali anti-assembramento il percorso delle Storie riparte in un’inedita veste online e con nuovi contenuti. Sabato 13 giugno, alle ore 11.00, nella pagina facebook di Storie per Tutti sarà infatti pubblicata la prima di una serie di video-letture che accompagneranno i bambini e gli adulti nei mesi estivi.

Oltre alle video-letture, Storie per tutti On-line sarà un contenitore culturale che proporrà recensioni di libri accessibili, film, giochi, interviste, articoli, con l’intento di integrare e intrecciare linguaggi e modalità di fruizione diverse, cercando anche di dare spazio al pubblico che, oramai da 4 anni, segue le Storie, a Bologna e in varie parti d’Italia, coinvolgendolo attivamente.

Il tema di Storie per Tutti On-line sarà, durante giugno e luglio, il viaggio: dal viaggio fantastico, al viaggio di chi viene da lontano, alla mobilità sostenibile.

Per informazioni e aggiornamenti:
3343236903 – storiextutti@gmail.com
www.storiepertutti.it
www.facebook.com/Storiepertutti

“Scrivere facile non è difficile”: il terzo libro della collana accaParlante illustra l’efficacia della scrittura Easy To Read

“Non comprendere un testo, non riuscire a seguire una storia scritta, può essere motivo di grande frustrazione per una persona”, scrive Nicola Rabbi, giornalista, autore del libro Scrivere facile non è difficile. L’efficacia della scrittura Easy To Read, il terzo volume della collana “i libri di accaParlante“.

Occorre dunque porre attenzione a come si scrive e a chi ci si rivolge: la scrittura Easy To Read (ETR), ovvero lo scrivere in modo controllato, significa porsi la domanda di chi sia il destinatario cui ci rivolgiamo, quale sia il suo grado di cultura, la sua difficoltà di comprensione; poi, nello stesso momento, chiarire cosa vogliamo dire e i nostri obiettivi nel farlo. Infine dobbiamo prendere in considerazione il contesto in cui operiamo che comprende, fra le altre cose, anche lo strumento che utilizziamo per comunicare.

Ma scrivere “semplicemente” non significa banalizzare o abbassare il livello culturale, ma proprio l’opposto: significa essere maggiormente consapevoli di quello che si scrive.

Questo libro accompagna il lettore nella scrittura controllata come passaggio necessario per il diritto alla cultura e all’informazione accessibile.
Il volume è inoltre corredato di esercizi ed esempi utili per fare pratica con la scrittura Easy To Read.

I libri di accaParlante sono frutto di una collaborazione tra il Centro Documentazione Handicap di Bologna e Edizioni la meridiana. Si occupano di accessibilità non solo fisica, ma anche alla comunicazione, alla conoscenza, alla cultura, al fare e saper fare, alla relazione con la diversità.
La collana è la naturale evoluzione della rivista “HP-Accaparlante”.

Il volume si può acquistare online sul sito della casa editrice o negli store delle principali librerie oppure presso il Centro Documentazione Handicap di Bologna scrivendo a redazione@accaparlante.it.

La nuova collana editoriale “i libri di accaParlante”

Ci siamo: dopo mesi di lavoro e di trasformazioni è ufficialmente partita la nuova collana editoriale “i libri di accaParlante”, una collaborazione tra il Centro Documentazione Handicap di Bologna e Edizioni la meridiana.

Per 37 anni la rivista HP-Accaparlante ha veicolato una buona cultura della disabilità e della diversità, e oggi si trasforma in una nuova sfida: una vera e propria collana editoriale, con tanti libri di approfondimento su temi specifici, mantenendo il nostro stile divulgativo ed esperenziale.

Filo conduttore della collana è il tema dell’accessibilità, declinato nei suoi molteplici aspetti: accessibilità non solo fisica, ma anche alla comunicazione, alla conoscenza, alla cultura, al fare e saper fare, alla relazione con la diversità.
“Che poi significa – dichiara Elvira Zaccagnino, direttrice di Edizioni la meridiana – fare in modo che tutti, secondo le proprie possibilità, abbiano gli stessi diritti ed esercitino i loro doveri di cittadinanza che ogni comunità democratica deve garantire ai suoi cittadini”.

A Capo Nord bisogna andare due volte apre la collana con una storia di un viaggio accessibile, tra limiti e risorse. L’autrice, Valeria Alpi, giornalista, a Capo Nord è stata due volte, in auto da Bologna, da sola, con la sua disabilità. Il racconto del viaggio è solo il pretesto per riflettere su come si possa preparare un viaggio accessibile alle proprie esigenze, ma soprattutto come si possa costruire un contesto di fiducia affinché le persone disabili possano viaggiare. Il volume accompagna il lettore non disabile e disabile – quindi ogni persona – a generare il contesto di fiducia necessario perché viaggiare sia un diritto accessibile a ciascuno.

A scuola è il respiro del mondo è invece il secondo volume, dove l’autrice, Giovanna Di Pasquale, pedagogista, racconta come potere costruire una lezione accessibile per valorizzare tutti gli allievi. Il nostro modo di pensare la scuola è il nostro modo di pensare il mondo. La funzione che attribuiamo alla scuola e ai servizi educativi è una cartina al tornasole che evidenzia qual è la nostra idea del rapporto fra gli adulti e i più giovani. Impegnarsi per rendere l’apprendimento il più possibile accessibile a tutti gli studenti è l’aspetto concreto di una visione sociale in cui la scuola si fa realmente inclusiva, capace di offrire percorsi calibrati sulla consapevolezza che l’eterogeneità è il fondamento del gruppo classe. Il libro si avvale di un contributo di Roberto Parmeggiani, educatore e scrittore.

Scrivere facile non è difficile è il terzo volume, dove l’autore, Nicola Rabbi, giornalista, spiega l’efficacia della scrittura Easy To Read. Non comprendere un testo, non riuscire a seguire una storia scritta, può essere motivo di grande frustrazione per una persona. Porre attenzione a come si scrive, a chi ci si rivolge, è un esercizio impegnativo che richiede preparazione e molta pratica. Scrivere “semplicemente” non significa banalizzare o abbassare il livello culturale, ma proprio l’opposto: significa essere maggiormente consapevoli di quello che si scrive. Il volume è accompagnato da esempi pratici di varie tipogie di testi che sono stati trasformati con il metodo Easy To Read.

La collana è appena partita e abbiamo ancora tante idee già in lavorazione per il futuro!


I libri si acquistano online sul sito di Edizioni la meridiana
o nei maggiori store online o nelle librerie.

Per informazioni:
redazione@accaparlante.it