Maurizio Serra e Stefano Toschi

È tutta colpa delle barriere

01/01/1988 - Maurizio Serra e Stefano Toschi

Le barriere architettoniche sono considerate dalla maggioranza dei docenti come
una delle cause che più hanno ritardato l'iscrizione di studenti disabili all'università.
ci è stato fatto notare come gli edifici non proprio recenti siano ricchi di
scale, passaggi poco agevoli, aule con banchi non praticabili da una persona che
debba rimanere sopra ad una carrozzella. Le cause di tutto questo? Spesso una
mancanza di volontà da parte dell'amministrazione che da sempre si è trovata a
dover rispondere in primo luogo alle esigenze che interessavano la stragrande
maggioranza degli studenti.

900 anni di emarginazione: alcuni dati

01/01/1988 - Maurizio Serra e Stefano Toschi

L'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA STA VIVENDO UN PERIODO MOLTO FITTO DI
AVVENIMENTI, DI CELEBRAZIONI E DI STUDI NELLA RICORRENZA DEL SUO IX CENTENARIO.
L'UNIVERSITÀ PIÙ ANTICA DEL MONDO RIFLETTE SUL SUO PERCORSO CULTURALE, SUL SUO
SIGNIFICATO E SOPRATTUTTO SUL RUOLO DI STIMOLO E DI PRODUZIONE DEL SAPERE CHE HA
RAPPRESENTATO IN QUESTO LUNGO ARCO DI ANNI. ED ECCO CHE ANCHE NOI CI TROVIAMO AD
ESAMINARE QUALI SONO I RAPPORTI, GLI OSTACOLI GLI STIMOLI CHE L'UNIVERSITÀ HA
PRODOTTO NEI CONFRONTI DI UNA PERCENTUALE (MOLTO) RIDOTTA DEGLI STUDENTI CHE
L'HANNO FREQUENTATA, MA UGUALMENTE MOLTO SCOMODA ED IN QUALCHE CASO ANCHE IMBARAZZANTE: CI
RIFERIAMO AGLI STUDENTI PORTATORI DI HANDICAPS CHE, SOPRATTUTTO IN QUESTI ULTIMI
ANNI, HANNO FREQUENTATO I CORSI DI LAUREA UNIVERSITARI.

I limiti culturali dell'inserimento

01/01/1988 - Maurizio Serra e Stefano Toschi

Novecento anni fa probabilmente sarebbe stato impensabile che una persona
handicappata fisica frequentasse l'università. ora questa mentalità è un po'
cambiata anche grazie al progresso culturale di cui l'università è stata una
culla. Quali difficoltà ci sono ancora all'interno di questa struttura che
impediscono il pieno inserimento delle persone portatrici di handicaps nel campo
dello scibile umano?

Più diversi degli altri: parlano gli studenti

01/01/1988 - Maurizio Serra e Stefano Toschi

Per inquadrare nel modo più esauriente possibile le problematiche che derivano
dall'iscrizione di uno studente handicappato all'università abbiamo voluto
sentire anche i pareri di alcuni organismi studenteschi presenti all'università:
la lega degli studenti universitari, i cattolici popolari e un rappresentante
del collettivo studentesco di fisica.
Abbiamo interpellato soltanto un rappresentante di un collettivo pur sapendo che
in diverse facoltà sono presenti questi organismi: la scelta è stata
condizionata da esigenze di tempo e di spazio ed anche dal fatto che la persona intervistata non era del tutto estranea alla tematica in questione.
Un'ultima notazione metodologica: a tutte e tre le persone intervistate sono
state rivolte le stesse domande.

Handicappati all'università: parlano le facoltà

01/01/1988 - Maurizio Serra e Stefano Toschi

L’ Università dovrebbe essere il luogo in cui vengono elaborati concetti che
diventano patrimonio comune prima degli studenti e in un secondo momento
dell'intera società. Per intenderci lo studente che frequenti le lezioni all'Università
non dovrebbe apprendere soltanto delle nozioni ma usufruire di quelli che sono i
risultati del lavoro di ricerca dei docenti nell'ambito delle loro materie o
anche dei risultati della ricerca fatta al di fuori dell'università.

Condividi contenuti