Giovanna Di Pasquale

Kalle, Mattia, Ivan… e i loro Nonni

01/01/2000 - Annalisa Brunelli, Giovanna Di Pasquale

Un percorso bibliografico sul rapporto fra nonni e nipoti

Piccoli lettori crescono

01/01/2000 - Annalisa Brunelli, Giovanna Di Pasquale

La diversità nei libri per ragazzi

Yekutiel o del raccontare le differenze

01/01/2000 - Annalisa Brunelli, Giovanna Di Pasquale

(...)
Prima che Yekutiel arrivasse a scuola, la maestra, intelligente, avvertì gli scolari, spiegando che Yekutiel era un bambino deforme, con un difetto alla schiena, e

L'unicità del deficit, la pluralità delle vite

01/01/1999 - Giovanna Di Pasquale

Perché proponiamo un percorso intorno a scritti di persone che ad un punto della vita hanno incontrato il deficit?

Per tentare una risposta prendiamo in prestito dallo scrittore Javier Marias una

Cronaca di un'accoglienza

01/01/2000 - Giovanna Di Pasquale

Giuliana

Prototipo di accoglienza:
al mattino sia che io arrivi da casa, sia che arrivi da un’altra scuola, dedico sempre un breve momento di rilassamento, anche solo un minuto per “staccare”

Il lavoro di cura nella quotidianità

01/01/2000 - Giovanna Di Pasquale

Il lavoro di cura si realizza in una relazione tra persone. Seguiamo il suo farsi e ci muoviamo verso il terreno della condivisione e della differenza. Vediamo all’opera ruoli diversi tra chi cura e

Operatori, familiari e il lavoro di cura

01/01/2000 - Giovanna Di Pasquale

Le pagine dedicate all’approfondimento sul tema del lavoro di cura sono, per questo numero di HP, pagine d’archivio trattandosi, infatti, di due contributi apparsi sulle testate “Animazione sociale”

Le separazioni

01/01/2000 - Giovanna Di Pasquale

Stare accanto a chi vive una condizione di bisogno per un pezzo di strada: questo è il compito di chi svolge una funzione di aiuto nell’ambito di una relazione educativa.
L’accompagnare contiene

Primo incontro e fiducia nella relazione di cura

01/01/2000 - Giovanna Di Pasquale

E' un brano molto conosciuto quello che vi proponiamo, tratto dal libro "Il piccolo principe" esemplare come metafora dell'incontro con l'altro, primo ed ineludibile atto di ogni relazione

Condividi contenuti