Claudio Imprudente

La bottega di Luigino, Superabile, Luglio 2012

11/07/2012 - Claudio Imprudente
Luigino.jpg

Mi sono sempre chiesto se San Giuseppe, intorno all’anno zero, in quelle calde e afose giornate di luglio a Nazareth, continuasse imperterrito a lavorare nella sua bottega, a scolpire il suo legno da bravo falegname.
Me lo chiedevo perché in queste giornate, pur con il ventilatore puntato in faccia, è difficile persino pensare e scrivere… figuratevi Giuseppe che di certo non poteva disporre di certi ausili!
Questi strani pensieri mi sono venuti dopo aver conosciuto la storia di Luigino. Voi vi chiederete: “Chi è Luigino?”.

La medaglia dell'integrazione Il Messagero di Sant'Antonio, Luglio-Agosto2012

02/07/2012 - Claudio Imprudente
medaglia.jpg

“Mare, mare, mare, ma che voglia di arrivare lì da te…”
Così cantava Luca Carboni qualche anno fa, tanto da far diventare questo ritornello l’inno d’inaugurazione di ogni mia stagione estiva.

Con Calimero aumenta il Pil, Superabile, Luglio 2012

02/07/2012 - Claudio Imprudente
Calimero.JPG

Come recitava l’Olandesina a Calimero nel noto Carosello degli anni Sessanta: “Siamo alle solite…”.  Nonostante quest’anno scolastico si sia chiuso con nuove e gravi difficoltà, dall’attentato di Brindisi al terremoto in Emilia Romagna, restano ancora in ballo vecchi e irrisolti quesiti. Tra questi l’ormai storica e annosa domanda: la disabilità è una risorsa o un peso per la collettività?

W Il calcio!, Superabile, Giugno 2012

14/06/2012 - Claudio Imprudente
forza milan, in copertina.JPG

A tutti noi durante la nostra infanzia è stata fatta una domanda, banale, imbarazzante e spesso inutile: “Vuoi più bene alla mamma o al papà?”.
Bene, la stessa domanda mi è tornata in mente alcune sere fa, quando, seduto comodamente davanti alla tv, mi gustavo Ucraina-Svezia valevole per il campionato europeo in Polonia ed Ucrania.
Un amico seduto accanto a me, conoscendo la mia folle passione per i colori rossoneri, mi ha infatti chiesto “Claudio, preferisci Shevchenko o Ibrahimovic?”.

Belle e impossibili, Superabile, Giugno 2012

18/06/2012 - Claudio Imprudente
bellezze in carrozza.jpg

Alcuni giorni fa cercavo pace nel giardino di Maranà-tha, per stigmatizzare l’ansia da nuove scosse, controllando con frenesia il mio lap-top in attesa di news.
Fortunatamente la scossa in cui mi sono imbattuto non era frutto dell’ennesimo movimento tellurico, ma nasceva dalla cultura che cambia, e che spesso ha il potere di scuotere le nostre prospettive.

Una comunità garante, Il messaggero di Sant'Antonio, Giugno 2012

14/06/2012 - Claudio Imprudente
index.jpg

Vi ricordate l’argomento che affrontammo nel mese di febbraio? Raccontai cosa accadde una calda domenica mattina di maggio del 1970. Mentre tutti fischiettavano Let it be dei mitici Beatles, io mi apprestavo con gioia a ricevere il sacramento dell’Eucaristia.
Non credevo che mi avrebbero scritto tanti di voi, con innumerevoli testimonianze, e questo mi ha confermato la complessità e la delicatezza dell’argomento che, partendo dalla mia prima comunione, è arrivato a scenari più ampi: il rapporto tra fede e disabilità.

Orgoglio sbilenco, Superabile, Giugno 2012

13/06/2012 - Claudio Imprudente
tazzine.jpg

Caro Alex Britti, mi sono sempre chiesto che tipo di tazzine utilizzi quando sorseggi i tuoi settemila caffè…
Sempre la stessa? Me lo sono chiesto perché ho scoperto che le tazzine possono parlare, narrare perfino di disabilità, di stereotipi e delle nostre paure.

La pedagogista Littizzetto, Superabile, Maggio 2012

21/05/2012 - Claudio Imprudente
Luciana-Littizzetto.jpg

Che bello vedere la televisione a letto, specialmente quando sei stanco! Il problema è che non sempre è semplice trovare qualcosa di piacevole e sano... Per fortuna Fabio Fazio è passato a la7 e ha portato con sé Roberto Saviano e Luciana Litizzetto in una nuova trasmissione dal titolo Quello che (non) ho.

Cervello accessibile? Sì, grazie, Superabile, Maggio 2012

17/05/2012 - Claudio Imprudente
cropped-cervello.jpg

"Certamente si può definire ‘di moda' - o per lo meno si auspica che diventi sempre più tale - quell'accessibilità intesa come un piccolo scivolo che rende percorribili alcuni gradini. Molto meno di moda, invece, è il pensare in maniera accessibile e magari agire di conseguenza, dando cioè accesso ai diritti, alle necessità e forse anche ai desideri di tutti".

Condividi contenuti