Anche la Biblioteca ragazzi del CDH aderisce a “Un ponte di libri” di IBBY Italia

Anche quest’anno la Biblioteca ragazzi del Centro Documentazione Handicap aderisce alla proposta di IBBY Italia, di promuovere la mostra bibliografica “Un ponte di libri” per ricordare la mostra internazionale di libri per bambini e ragazzi realizzata nel 1946 da Jella Lepman e la successiva fondazione della Jugendbibliothek che avvenne il 14 settembre 1949 a Monaco di Baviera.

Jella Lepman nacque in Germania da famiglia ebraica, dovette fuggire dalle persecuzioni razziali e dopo la guerra si persuase che la ricostruzione della Germania e la rinascita culturale dovesse prendere le mosse dai bambini, educandoli alla mondialità, alla pace e alla fratellanza. Con ferma determinazione scrisse ai governanti di oltre venti paesi: “Gentile signore, questa lettera contiene una richiesta insolita e le chiediamo la sua particolare comprensione. Stiamo cercando delle strade per mettere in contatto i bambini della Germania con i libri per bambini provenienti da tutte le nazioni. I bambini tedeschi non hanno più nemmeno un libro, dopo che la letteratura per l’infanzia del periodo nazista è stata tolta dalla circolazione. […] I libri saranno riuniti in una mostra itinerante che si sposterà attraverso la Germania e poi, forse, anche in altri paesi. Cerchiamo in particolare libri di sole figure o comunque molto illustrati, che aiutino a superare la barriera linguistica. Ma speriamo anche di rendere fruibile la letteratura che racconti una storia utile al lavoro di gruppo che intendiamo fare”.

Tutti i testi furono citati nel libro di Jella Lepman “Die Kinderbuchbrücke”, libro che è stato appena ripubblicato con una nuova traduzione e l’arricchimento di un apparato iconografico d’archivio per Sinnos con il titolo “Un ponte di libri”.

Nel 2019 cadono due anniversari importanti legati alla mostra del 1946: il primo, quello dell’inaugurazione della Biblioteca Internazionale per ragazzi avvenuta il 14 settembre del 1949 a Monaco e, il secondo, i 300 anni dalla pubblicazione de “Le avventure di Robinson Crusoe”.

Come Biblioteca ragazzi di un Centro di documentazione specializzato sulla disabilità e sulla diversità, da sempre impegnato sull’accessibilità a 360 gradi, abbiamo scelto di esporre, nell’elenco dei primi 46 libri di Jella Lepman, i testi che possediamo in versione accessibile. Anche per noi i libri sono ponti verso l’integrazione e la conoscenza, ma è importante che siano ponti accessibili anche a chi non può accedere al libro e alla lettura nel modo tradizionale.

Guarda alcune foto della mostra >>

La mostra sarà visitabile fino al 20 dicembre negli orari di apertura della Biblioteca, in via Pirandello 24 a Bologna: dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e il lunedì anche dalle 15.30 alle 18.

Pagine e Passi: passeggiate urbane alla scoperta delle biblioteche specializzate di Bologna

Si intitola “Pagine e Passi” la nuova proposta a cura di Specialmente in Biblioteca, la rete delle biblioteche specializzate di Bologna.

Giovedì 31 ottobre, in occasione della Giornata nazionale del trekking urbano, si svolgeranno due passeggiate alla scoperta del ricco patrimonio di documenti e delle numerose attività delle biblioteche specializzate di Bologna, attraverso la visita alle loro sedi e letture ad alta voce.

Il primo percorso partirà alle ore 9.30 dalla Facoltà Teologica di Piazzale Bacchelli 4 e si visiteranno la Biblioteca della Facoltà Teologica dell’Emilia-Romagna, la Biblioteca della Salute mentale e delle Scienze umane Minguzzi-Gentili, il Centro di Documentazione F. Madaschi Cassero LGBT Center, la Biblioteca R. Renzi della Cineteca. Durante il percorso verranno date informazioni sulle biblioteche di: Centro Amilcar Cabral, Istituto Parri, Centro Documentazione e Intercultura RiESco del Comune di Bologna, Centro Documentazione per l’Integrazione del Comune di Valsamoggia.

Il secondo percorso partirà alle ore 14.30 dalla Biblioteca di Scienze dell’Educazione di via Filippo Re 6 e si visiteranno il Dipartimento di Scienze dell’Educazione, Fondazione Gramsci Emilia-Romagna, il Museo Internazionale e Biblioteca della musica, la Biblioteca Italiana delle Donne. Inoltre durante il percorso verranno date informazioni sulle biblioteche di: Dipartimento di Psicologia, Centro Documentazione Handicap, Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna.

Scarica il programma completo >>

Per partecipare occorre iscriversi compilando il formulario >>

Per ogni percorso sono previsti al massimo 30 partecipanti.
La partecipazione è gratuita.

Per informazioni:
minguzzi@cittametropolitana.bo.it
tel. 0516598455

Tornano le Storie per tutti, giunte alla loro quinta edizione

Ricominciano le Storie per tutti, giunte alla loro quinta edizione; si tratta di letture ad alta voce per bambini dai 3 agli 8 anni, accompagnate da diversi modi di leggere e di ascoltare, per rendere fruibile a tutti il racconto e le storie, anche a chi non riesce ad accedere al libro nel modo convenzionale, come bambini con disabilità sensoriali o difficoltà di lettura e apprendimento.

La quinta edizione viene inaugurata sabato 12 ottobre, alle ore 16.30, presso la Fattoria Urbana in via Pirandello 3 a Bologna.

Le letture saranno accompagnate dalla traduzione simultanea in LIS, lingua italiana dei segni, e da musica dal vivo.

Ingresso gratuito e senza prenotazione.

I prossimi appuntamenti saranno sabato 16 novembre e sabato 7 dicembre.

Scarica il programma completo >>

Per saperne di più segui la pagina Facebook di Storie per tutti >>

(Illustrazione di Arianna Papini, tratta da È una parola, ed. Kalandraka)

Anche il CDH all’Open day di Palazzo Re Enzo con le offerte formative e didattiche

Anche il Centro Documentazione Handicap e la cooperativa Accaparlante parteciperanno a “Cosa abbiamo in Comune”, l’annuale Open day di presentazione a insegnanti, educatori e dirigenti dell’offerta formativa del Comune di Bologna e della rete educativa cittadina.

Appuntamento martedì 10 settembre, dalle ore 10 alle 17, a Palazzo Re Enzo, in piazza del Nettuno a Bologna.

Vi aspettiamo con tutte le nostre novità e le offerte formative e didattiche per l’anno 2019/2020!

Le nostre proposte didattiche ed educative per l’anno scolastico 2019/20

Fare esperienza dell’incontro con la diversità e imparare insieme a riconoscere nelle differenze un valore da scoprire e condividere.
Ecco le nostre proposte didattiche ed educative per l’anno scolastico 2019/20, dalla Scuola dell’Infanzia all’Università, in cui l’équipe di educatori e animatori con disabilità del Progetto Calamaio condurrà i partecipanti in percorsi sempre diversi tra animazioni, libri modificati e scrittura in simboli, arte, teatro, educazione ambientale, sport, formazioni per insegnanti, genitori e operatori socioculturali.

Progetto Calamaio. Incontro con la diversità – Animazioni educative rivolte a gruppi classe di ogni ordine e grado che mettono al centro l’incontro diretto con la persona con disabilità. Fiabe e drammatizzazioni per i più piccoli, giochi di ruolo e associazioni di idee per i più grandi, preceduti e seguiti da incontri con insegnanti e famiglie per rispondere a eventuali esigenze specifiche.

Cultura Libera Tutti – Percorso interdisciplinare per la Scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo e Secondo Grado in collaborazione con Istituzione Bologna Musei (MAMbo, Museo Civico Archeologico, Museo del Patrimonio Industriale) e ITC Teatro, che utilizza il patrimonio culturale per rimuovere barriere fisiche e psicologiche favorendo l’inclusione, stimolando la creatività e l’espressione personale.
La proposta è rivolta solo alle scuole di Bologna e provincia.

Il libro modificato – Laboratorio di didattica inclusiva per la Scuola Primaria e Secondario di Primo e Secondo Grado. Il laboratorio ha l’obiettivo di mettere in contatto i partecipanti con la CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa) e la scrittura in simboli, attraverso giochi e attività espressive e creative per favorire un’esperienza positiva di didattica.

Calamaiorto – Orti urbani accessibili per la Scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo e Secondo Grado. Il laboratorio desidera coinvolgere gli studenti nella realizzazione e futura gestione di uno spazio “verde” accessibile individuato in uno spazio artificiale, dove possano sperimentare – attraverso l’orticultura e il gioco in natura – diverse esperienze sensoriali, motorie e cognitive.
La proposta è rivolta solo alle scuole di Bologna e provincia.

Libri come Ponti – Letture animate per la Scuola dell’Infanzia e la Scuola Primaria – A partire da alcuni classici della letteratura dell’infanzia dedicati al tema della diversità (tra gli altri Piccolo blu e piccolo giallo di L. Lionni e Il pentolino di Antonino di I. Carrier) coinvolgiamo i più piccoli all’interno e della storia nell’interazione diretta con i suoi protagonisti.

Gioco Libera Tutti – Educazione motoria per la Scuola Primaria e Secondaria di Primo e Secondo Grado. Scoprire che esiste una modalità competitiva sana, divertente e non violenta consente a tutti di partecipare ad attività di movimento e sportive secondo i propri limiti e le proprie abilità, a trovare soluzioni, ad aiutare ciascuno a trovare il suo specifico modo di giocare.

Storie Per Tutti – Letture ad alta voce dai 3 agli 8 anni, accompagnate da diversi modi di leggere e di ascoltare, per consentire anche ai bambini con disabilità sensoriali o difficoltà di lettura e di apprendimento, e ai bambini migranti che non conoscono ancora bene la lingua italiana, di fruire della magia del racconto.

Un giorno al Cdh! – Una mattinata di giochi e laboratori, una visita guidata tra gli spazi del Centro Documentazione Handicap di Bologna alla scoperta della Biblioteca specializzata, del libro in simboli, tattile o senza parole. La giornata è gratuita per le prime 5 prenotazioni!

Per ulteriori informazioni sul progetto, le formazioni e i singoli percorsi:
calamaio@accaparlante.it e Sandra Negri (Coordinatrice Progetto Calamaio) sandra@accaparlante.it
tel. 0516415005 – cell. 3492481002 (dalle ore 9.30 alle ore 15.30)
http://progettocalamaio.accaparlante.it

Guarda il video “Che differenza fa?! Il Progetto Calamaio incontra la Scuola Don Milani >>

Guarda il video “Le Olimpiadi delle difficoltà” >>

 

Servizio civile: sette volontari per il Centro Documentazione Handicap e per BandieraGialla, ti aspettiamo!

E’ stato PROROGATO il Bando per il Servizio Civile Universale.

L’associazione Centro Documentazione Handicap e l’associazione BandieraGialla cercano 7 volontari che parteciperanno al progetto “Nessuno escluso: includere le persone con disabilità o in condizione di fragilità attraverso la cultura. Anno 2”.

Puoi fare la domanda se hai un’età compresa tra i 18 e i 28 anni (28+364 giorni). Il servizio durerà 12 mesi, per un importo mensile di 439,50 euro.

Cosa farai da noi?

6 volontari saranno inseriti nel progetto dell’associazione Centro Documentazione Handicap all’interno del gruppo di lavoro Progetto Calamaio. Le attività riguarderanno animazioni sul tema della diversità in contesti differenti, incontri formativi all’interno delle scuole sul tema della disabilità, attività redazionali e promozionali (foto, video, volantini). Dopo 12 mesi avrai una conoscenza sul tema della disabilità e della diversità, avrai imparato tecniche di animazione rivolte a gruppi.

1 volontario lavorerà per l’associazione BandieraGialla all’interno di una redazione giornalistica specializzata in informazione sociale e sul disagio. Le attività di lavoro riguarderanno la redazione di articoli, interviste audio, realizzazione di video e fotografie. Dopo 12 mesi da noi avrai imparato a usare la scrittura giornalistica, utilizzare le piattaforme di pubblicazione sul web, gli strumenti di montaggio video e audio e avrai una conoscenza approfondita del Terzo Settore e della comunicazione sociale.

Come fare domanda?

Gli aspiranti volontari dovranno presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domande on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it.
Occorrerà indicare di volere partecipare al progetto “Nessuno escluso: includere le persone con disabilità o in condizione di fragilità attraverso la cultura. Anno 2”.

Le domande di partecipazione devono essere presentate entro e non oltre le ore 14.00 del 17 ottobre 2019.

Per accedere ai servizi di compilazione e presentazione domanda sulla piattaforma DOL occorre essere riconosciuto dal sistema, che può avvenire in due modalità:

I cittadini italiani residenti in Italia o all’estero e i cittadini di Paesi extra Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia possono accedervi esclusivamente con SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale. Sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale https://agid.gov.it/it/piattaforme/spid sono disponibili tutte le informazioni su cosa è SPID, quali servizi offre e come si richiede.
– I cittadini appartenenti ad un Paese dell’Unione Europea diverso dall’Italia o a Svizzera, Islanda, Norvegia e Liechtenstein, che ancora non possono disporre dello SPID, e i cittadini di Paesi extra Unione Europea in attesa di rilascio di permesso di soggiorno, possono accedere ai servizi della piattaforma DOL previa richiesta di apposite credenziali al Dipartimento, secondo una procedura disponibile sulla home page della piattaforma stessa.

Per informazioni
Arci Servizio civile
tel. 0516347197
bologna@ascmail.it

 

Quelli che non ricordano il passato sono condannati a ripeterlo  

Questa è la frase scritta in 30 lingue diverse su un monumento nel campo di concentramento di Dachau. .
Ricordare: è il modo per non ricadere nelle trappole degli errori che diventano orrori.
Il 31 luglio del 1919 nasceva Primo Levi.
Il 31 luglio 2019 viene presentata la graphic novel “174 517: Deportato Primo Levi”, di Franco Portinari e Giovanna Carbone; in concomitanza si farà anche una staffetta di lettura tratta da La tregua, l’opera scritta  da Levi.
Un appuntamento civico, partigiano, aperto a chiunque e organizzato con il patrocinio del Comune di Milano.
Anche Accaparlante aderisce all’iniziativa: ecco la recensione della graphic novel

Paura nel buio? Letture animate, orienteering e percorsi accessibili tra i segreti della Certosa di Bologna

Proseguono a settembre gli appuntamenti di “Paura nel buio. Storie oscure tra le tombe”, un progetto di letture animate, orienteering e percorsi accessibili a cura di Cooperativa Accaparlante in collaborazione con Istituto dei Ciechi Francesco Cavazza, Fondazione Gualandi a favore dei Sordi e la partecipazione di Gruppo Elettrogeno Teatro, nell’ambito del Calendario degli eventi estivi della Certosa, promossi dal Museo del Risorgimento – Istituzione Bologna Musei.

Prossima tappa, giovedì 12 settembre, alle ore 20.30, alla ricerca di opere che hanno storie da raccontare: coi segni, i simboli e tanti linguaggi diversi. Una lettura animata itinerante, per adulti e bambini, insieme agli educatori e agli animatori con disabilità del Progetto Calamaio, dentro un imprevedibile labirinto a tu per tu con i personaggi oscuri del passato, perché è proprio là, dove comincia e finisce la paura, che trovano spazio il racconto, la meraviglia e l’incontro con la diversità.

Tappa successiva, sabato 21 settembre, alle ore 20.30, con un percorso di orienteering accessibile a tutti, per stare insieme divertendosi, utilizzando tutti i nostri i sensi e dare voce alle opere della Certosa. Ma i marmi e i bronzi bisogna trovarli! A cura di Cooperativa Accaparlante con Istituto Cavazza e Fondazione Gualandi.

Ultima tappa, martedì 24 settembre, alle ore 20.30, con “La storia addosso”, un viaggio in città attraverso il corpo, da un’idea di Fabio Fornasari con Gruppo Elettrogeno Teatro.

Ritrovo 30 minuti prima presso l’ingresso principale (cortile della chiesa), in via della Certosa 18, Bologna.

Ingresso 10€, 2€ dei quali verranno devoluti alla valorizzazione della Certosa. I possessori della Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso.

Prenotazione obbligatoria scrivendo a calamaio@accaparlante.it.

 

Al via Pilastro DOCet: una serata inaugurale tra animazioni, musica e story telling

Parte ufficialmente Pilastro DOCet, il progetto rivolto a chi abita il Pilastro e che, con il coinvolgimento attivo dei giovani e delle giovani del territorio, vuole valorizzare alcuni luoghi chiave della zona, creare nuovo senso di comunità e offrire occasioni di formazione e avvio al lavoro.

L’appuntamento di inaugurazione è per venerdì 5 luglio dalle ore 18, sotto il portico di via D’Annunzio e nello spazio antistante l’ex negozio Acer di via D’Annunzio 19/a con tanta musica e intrattenimento!

Il programma:

  • Animazione en plein air a cura del Gruppo Calamaio di Cooperativa Accaparlante
  • Saluti istituzionali con l’intervento di: Matteo Lepore, assessore alla cultura, promozione della città, immaginazione civica – Programma PON Metro e Simone Borsari, presidente del Quartiere San Donato e San Vitale
  • Buffet a cura de La Fattoria di Masaniello
  • Presentazione e proiezione dello story telling di alcuni abitanti e redattori del blog del Pilastro, a cura di Bandiera Gialla.

Per tutta la serata si potrà ballare con musica dal vivo a cura dell’Associazione Interculturale Universo.

L’attività en plein air sarà un primo assaggio delle attività di animazione pensate per il coinvolgimento ludico e attivo dei giovani e delle giovani del Pilastro, per la cura del territorio e per creare un nuovo senso di appartenenza e comunità.
Dall’autunno prossimo numerosi saranno i laboratori e i percorsi individuali e collettivi, aventi soprattutto come target giovani dai 16 ai 30 anni, che si svolgeranno in diversi luoghi del Pilastro e con il coinvolgimento di realtà già attive da tempo sul territorio.

Durante la serata inaugurale sarà distribuito materiale informativo sul progetto.
Per altre informazioni ci si potrà rivolgere allo spazio di via D’Annunzio 19/a il lunedì dalle 10 alle 15.

Pilastro DOCet è coordinato e realizzato dalla cooperativa sociale Accaparlante insieme a una rete di partner del territorio: Arci – Circolo la Fattoria, Agenzia locale di sviluppo Pilastro Distretto Nord Est, Cidas, Associazione Mastro Pilastro, Cesd e Cvs.

Per ulteriori aggiornamenti:
https://pilastrodocet.home.blog
Pagina FB di Pilastro DOCet
pilastrodocet@gmail.com