Mettiamoci in gioco

01/01/1999

Dedichiamo questo approfondimento al tema del gioco inteso come modalità comunicativa ed espressiva primaria, prima strada del conoscere e dare forma al mondo, strumento attraverso cui i bambini costruiscono la propria identità.
Per questo il tempo del gioco è tempo vitale, fondante e non accessorio, spazio non riducibile che va protetto e salvaguardato. Per i bambini, tutti i bambini la dimensione ludica si pone come esperienza del provare, cercare, collegare; in poche parole come conferma di ciò che si è e apertura verso il nuovo.
Il gioco è anche il modo per poter dire qualcosa di importante di sé, qualcosa che in alcune circostanze le parole non vogliono o non riescono a dire. In questo senso si parla di risonanza terapeutica o di uso terapeutico del gioco nel momento in cui attraverso di esso ci si mette in contatto con i pensieri più intimi

Parole chiave:
Gioco