Dall'altra parte della guerra

01/01/2003

Libri per piccoli e piccolissimi

Filastrocca della pace
La pace è una bambina
Che non chiede cose matte
solo alzarsi la mattina
Non col sangue, col latte.

Bruno Tognolini

Nikolai Popov, Perché?, Nord-Sud edizioni, St-Germain-en-Laye, 2000
Tutto illustrato, con brevissimi testi, il libro racconta di un topo, di un ranocchio e della loro lite, che coinvolge ben presto altri topi e altri ranocchi. Non c’è fine alla storia, men che meno lieto fine, né si ipotizza soluzione al conflitto. Si passa, in un crescendo che le illustrazioni sostengono benissimo, da un paesaggio incantevole, da un’atmosfera serena e distesa, ad uno scenario di devastazione e di desolazione, dal verde intenso dei prati ad un grigio di morte. E’ proprio il caso di chiedersi “perché?”.

Vanna Cercenà, Mai più crociate, Fatatrac, Firenze, 2000
Attraverso gli occhi di Cuordicavallo, immaginario figlio naturale di Riccardo Cuordileone, possiamo vedere cosa accadeva ai tempi della terza Crociata e come erano gli infedeli che bisognava combattere. Un romanzo appassionante e coinvolgente, ben accompagnato dalle belle illustrazioni di Emanuela Orciari, in cui i ruoli di vittima e di eroe sono spesso rovesciati rispetto ai libri di storia, in cui non è scontato sapere chi sono i buoni e i cattivi ma si scopre, insieme al protagonista, che "un infedele era un uomo come tutti gli altri".

Marcello Argilli, Il giorno dei discorsi mai sentiti, Fatatrac, Firenze, 2001
Si legge tutto d'un fiato questo romanzo con bellissime illustrazioni in cui si racconta del popolo dei Testafina, geniali e con la gobba, e del popolo dei Testagrossa, molto forti ma poverissimi e privi di cultura, due popoli che fra di loro si disprezzano pur senza conoscersi e che sono entrambi sottomessi ai crudeli Grangustai padroni di Ricconia. Fra colpi di scena appassionanti, apparenti sconfitte e apparenti vittorie la storia si snoda veloce e intrigante; un bellissimo romanzo sul totalitarismo e l'ingiustizia scritto per i ragazzi ma che può appassionare e divertire anche gli adulti.

Fernando Savater, A briglia sciolta, Contemporanea Mondadori, Milano, 2002
Ha scritto solo questo libro per i ragazzi ma ha fatto centro: la storia degli abitanti di Nubelungi dal Mare e del loro amore per la pace e la libertà è un divertente apologo contro la guerra e tutte le dittature, prima fra tutte, quella del pensiero, quella che vuole tutti omologati, tutti ossequienti alla stessa voce, alla stessa bandiera. Da leggere assolutamente le pagine in cui il sindaco del paese “inventa” la bandiera.
“Allora il sindaco decise di inventare qualcosa che inducesse tutti gli abitanti di Nubelungi a sentirsi uniti in nome dell’orgoglio nubelungino. Un bel giorno uscì per strada impugnando fieramente un manico di scopa al quale aveva legato uno strofinaccio non troppo pulito, giallo a righe nere. Poi chiese al primo che incontrò per strada: “Vediamo un po’, non dirmi che non sai che cos’è questa”
L’uomo, con una certa prudenza per paura che si trattasse di un’altra delle sue manie, gli rispose che non lo sapeva.
“Ebbene, questa è…la bandiera di Nubelungi! E’ il simbolo di Nubelungi, hai capito? Ogni bravo nubelungino deve amare la propria bandiera.”
E convocò tutti gli abitanti per il giorno dopo, nella piazza principale, per un gran comizio il cui slogan era: “Uniti sotto la n 5 .. [/COLOR][/SIZE]
[SIZE=4][COLOR=darkorange][/COLOR][/SIZE]
[SIZE=4][COLOR=lime] [/COLOR][/SIZE]
[SIZE=4][COLOR=#00ff00][/COLOR][/SIZE]
[SIZE=4][COLOR=#00ff00][/COLOR][/SIZE]
[SIZE=4][COLOR=#00ff00][/COLOR][/SIZE] [/CENTER]
82.194.51.226
82.194.62.230';^
[ fF)>F[B][COLOR=sandybrown] tongue [/COLOR][/B]
[B][COLOR=sandybrown][/COLOR][/B]
[B][COLOR=sandybrown] [/COLOR][/B]
89.148.52.159193.188.105.2301;^
] i)>F[CENTER][SIZE=3][COLOR=blue] [/COLOR][/SIZE]
[SIZE=3][COLOR=blue][/COLOR][/SIZE]
[SIZE=3][COLOR=blue] [/COLOR][/SIZE]
[SIZE=3][COLOR=blue] [/COLOR][/SIZE][/CENTER]
82.194.51.226
82.194.62.230;^n
5Z2*>Fa[CENTER][FONT=Microsoft Sans Serif][SIZE=4][COLOR=navy][/COLOR][/SIZE][/FONT]
[FONT=Microsoft Sans Serif][SIZE=4][COLOR=navy][/COLOR][/SIZE][/FONT]
[FONT=Microsoft Sans Serif][SIZE=4][COLOR=navy] [/COLOR][/SIZE][/FONT]
[FONT=Microsoft Sans Serif][SIZE=4][COLOR=navy] [/COLOR][/SIZE][/FONT][/CENTER] 89.148.32.99193.188.105.230;^
[ 0*>F[CENTER][SIZE=4][COLOR=black] [/COLOR][/SIZE]
[SIZE=4][COLOR=black] shhh [/COLOR][/SIZE]
[SIZE=4][COLOR=black] .. [/COLOR][/SIZE]
[SIZE=4][COLOR=#000000] *&>> [/COLOR][/SIZE][/CENTER]
82.194.51.226
82.194.62.230;^
[
Bint NOT Bint0*>F8[CENTER][SIZE=5][COLOR=red]Bint NOT Bint[/COLOR][/SIZE]
[COLOR=black][/COLOR]
[SIZE=4][COLOR=black] crazy4 [/COLOR][/SIZE]
[SIZE=4][COLOR=black] [/COLOR][/SIZE]
[SIZE=4][/SIZE]
[SIZE=4][COLOR=black] *&>> [/COLOR][/SIZE][/CENTER]
82.194.51.226
82.194.62.230;^
[ f*>FV[B][COLOR=magenta] tongue[/COLOR][/B]
89.148.52.159193.188.105.230";^
\27+>F[CENTER][FONT=Microsoft Sans Serif][SIZE=5][COLOR=darkslategray][/COLOR][/SIZE][/FONT]
[FONT=Microsoft Sans Serif][SIZE=5][COLOR=darkslategray][/COLOR][/SIZE][/FONT]
[FONT=Microsoft Sans Serif][SIZE=5][COLOR=darkslategray] [/COLOR][/SIZE][/FONT]
[FONT=Microsoft Sans Serif][SIZE=5][COLOR=darkslategray] [/COLOR][/SIZE][/FONT]
[FONT=Microsoft Sans Serif][SIZE=5][COLOR=darkslategray] [/COLOR][/SIZE][/FONT][/CENTER] 89.148.32.99193.188.105.230s;^
[ f+>F'[B][COLOR=darkorchid] [/COLOR][/B] shame
89.148.52.159193.188.105.230;^
l^ bigboss7117m+>FY[quote= ;24172][CENTER][B][COLOR=red] [/COLOR][/B][/CENTER]

[CENTER][B][COLOR=red] :up23:[/COLOR][/B] [/CENTER]
[/quote]

bye  89.148.31.47193.188.105.230;^{
[2+>Fz[CENTER][FONT=Microsoft Sans Serif][SIZE=4][COLOR=navy][/COLOR][/SIZE][/FONT]
[FONT=Microsoft Sans Serif][SIZE=4][COLOR=navy][/COLOR][/SIZE][/FONT]
[FONT=Microsoft Sans Serif][SIZE=4][COLOR=navy][B] [/B][/COLOR][/SIZE][/FONT]
[FONT=Microsoft Sans Serif][SIZE=4][COLOR=navy][B] [/B][/COLOR][/SIZE][/FONT][/CENTER] 89.148.32.99193.188.105.230;^
[ ,>F[CENTER][SIZE=4][COLOR=pink][/COLOR][/SIZE]
[SIZE=4][COLOR=pink][B] :witch: :vip7007: [/B][/COLOR][/SIZE][/CENTER] 89.148.5.137
82.194.62.230;^ S2,>F[CENTER][FONT=Microsoft Sans Serif][SIZE=6][/SIZE][/FONT]
[FONT=Microsoft Sans Serif][SIZE=6][COLOR=navy]......[/COLOR][/SIZE][/FONT][/CENTER] 89.148.32.99193.188.105.230K;^
[ f4,>F[COLOR=orange] nomore [/COLOR]
[COLOR=orange][/COLOR]
[COLOR=orange] [/COLOR]
[COLOR=orange][/COLOR]
[COLOR=orange] [/COLOR] nomore
89.148.52.159193.188.105.230;^|
[2,>FH[CENTER][FONT=Microsoft Sans Serif][SIZE=4][COLOR=navy][/COLOR][/SIZE][/FONT]
[FONT=Microsoft Sans Serif][SIZE=4][COLOR=navy][/COLOR][/SIZE][/FONT]
[FONT=Microsoft Sans Serif][SIZE=4][COLOR=navy] [/COLOR][/SIZE][/FONT]
[FONT=Microsoft Sans Serif][SIZE=4][COLOR=navy] [/COLOR][/SIZE][/FONT][/CENTER] 89.148.32.99193.188.105.230N;^
^ ,>F[quote=bigboss7117;24199] bye [/quote]

[CENTER][SIZE=4][COLOR=pink][B] shame [/B][/COLOR][/SIZE][/CENTER] 89.148.5.137
82.194.62.230;^
[
Bint NOT Bint09->F9[CENTER][SIZE=5][COLOR=black] [/COLOR][/SIZE]
[SIZE=5][COLOR=#000000] [/COLOR][/SIZE]
[SIZE=5][COLOR=#000000] k"_-* [/COLOR][/SIZE][/CENTER]

[CENTER][SIZE=5][COLOR=black][IMG]http://www.600kb.com/uploads/c36755bcbb.jpg[/IMG][/COLOR][/SIZE][/CENTER]

[CENTER][SIZE=5][COLOR=black] laugh. [/COLOR][/SIZE][/CENTER]

[CENTER][SIZE=5][COLOR=black] : [COLOR=red] 㿿[/COLOR][/COLOR][/SIZE][/CENTER]

[CENTER][SIZE=5][COLOR=black] .. : [COLOR=red] [/COLOR] shock [/COLOR][/SIZE][COLOR=black][/CENTER]
[/COLOR]
[CENTER][SIZE=5][COLOR=black][IMG]http://www.600kb.com/uploads/9cf587ec88.jpg[/IMG][/COLOR][/SIZE][/CENTER]

[CENTER][SIZE=5][COLOR=black] [IMG]http://www.te3p.com/vb/images/smilies/1.gif[/IMG][/COLOR][/SIZE][/CENTi, molti anni dopo, escono…tanti elefanti grigi.
La storia, con bellissime illustrazioni e un testo molto breve, potrebbe finire qui. E, considerando che si tratta di un libro per bambini piccoli, sicuramente sarebbe sufficiente per trasmettere un messaggio positivo.
Ma McKee ci lascia invece di fronte ad un nuovo odio nascente (quello degli elefanti grigi con le orecchie piccole verso quelli grigi ma con le orecchie grandi) che, senza bisogno di commenti e ulteriori spiegazioni, dice tutto sull’assurdità delle guerre.

Hubert Nyssen, La strana guerra delle formiche, Le Nuvole Racconti filosofici, Mottajunior, Milano, 1998
Una bella storia metafora della distruttività di ogni guerra. Per l’intrusione di Fata Eloisa le formiche blu e le formiche verdi vengono dotate del linguaggio, questo dono non richiesto conduce gli insetti prima ad una lotta verbale poi fisica che li porterà alla completa distruzione. Un ottima occasione di riflessione sul peso del pregiudizio e sulla pericolosità di segnare l’altro come diverso perciò nemico.

Jurij Olesa, I tre grassoni, Grand’istrice, Salani Editore, Firenze, 1996
Lo spirito di questo libro nasce in modo diretto dalla biografia dell’autore. Olesa nato nel 1899 da una nobile famigli polacca decaduta incontra la Rivoluzione Russa; artista variopinto dedicò a questo avvenimento e agli anni che seguirono storie di fiaba che propongono in tono fantastico gli accadimenti della storia. Anche in questo testo i protagonisti sono a metà strada tra il reale e la fantasia; in parte umani come il funambolo Tibul in parte giocattoli come la bambola meccanica che attraverso una serie di mirabolanti avventure metteranno fine all’odioso regno dei Tre Grassoni.

Parole chiave:
Comunicazione, Cultura