“L’isola dei sordobimbi” al Lumiere: per la prima volta a Bologna un film pienamente accessibile anche ai disabili sensoriali

26/05/2010
locandina sordobimbi

Mercoledì 26 maggio alle ore 20 alla Sala Officinema/Mastroianni del cinema Lumière in via Azzo Gardino, 65 – Bologna verrà proiettato il documentario  "L'isola dei sordobimbi" (Italia/2009) di Stefano Cattini (80').

Al termine della proiezione Stefano Cattini, regista e Giusi Santoro, produttrice, saranno intervistati da Martina Gerosa, ricercatrice Linear srl.

La proiezione sarà accessibile con audio-commento per non vedenti e sottotitoli per non udenti. Per prenotare le cuffie per i non vedenti scrivere a: luca.giommi@accaparlante.it. Saranno presenti due interpreti di lingua dei segni italiana. L’ingresso è libero.

Questa proiezione, oltre ad essere interessante per i temi trattati dal documentario, rappresenta anche la prima possibilità per persone con difficoltà della vista e dell'udito di fruire di un film pienamente accessibile in una delle sale cinematografiche della città di Bologna.

L'audiodescrizione descrive le parti della scena visiva che un utente cieco non può vedere, tralasciando i dialoghi e i suoni, che può sentire da sé; i sottotitoli, invece, tralasciano la descrizione della scena visiva, che un sordo è in grado di vedere direttamente, mentre riportano integralmente il testo dei dialoghi e i suoni significativi. In mancanza di questi accorgimenti, le persone con deficit sensoriali sono tendenzialmente escluse dalla fruizione integrale di opere audiovisive.

La proiezione rientra nei mercoledì del documentario. Doc in tour 2010 - Documentari in Emilia-Romagna. Iniziativa promossa da Regione Emilia-Romagna, Fice Emilia-Romagna, D.E-R, Fronte del Pubblico, in collaborazione con l'Associazione Centro Documentazione Handicap di Bologna e cooperativa Accaparlante. La parte tecnica dell'evento accessibile è curata da EVM Service, la voce
dell'audiocommento è di Carla Lugli.

Il documentario racconta le difficoltà e le sfide che, giorno dopo giorno, i bambini sordi di una  scuola gestita da suore in provincia di Modena sono costretti ad affrontare per imparare a parlare e a relazionarsi con i bambini udenti. "I bambini sordi hanno una gestualità molto bella e una grande spontaneità. Ho seguito alcuni di loro per un anno raccontandone i percorsi". (Stefano Cattini) Candidato al premio David di Donatello come miglior documentario.

Per altre informazioni 051/641.50.05