Itacà per il turismo accessibile, con il CDH

In preparazione alla tappa di Bologna dell’edizione 2021, IT.A.CÀ – Festival del Turismo Responsabile ha coinvolto il Centro Documentazione Handicap in “Incontri ravvicinati di un certo tipo“, un ciclo di formazione per operatori, gratuito e finanziato dall’8 per mille della Chiesa Valdese, sulla progettazione di eventi inclusivi.

Il CDH ha animato due dei 4 incontri online svolti nel mese di aprile, parlando di accessibilità relazionale (come superare gli stereotipi e le preoccupazioni legate al fare fronte a esigenze speciali) e accessibilità motoria (le soluzioni per garantire libertà di movimento in eventi e itinerari). Un ruolo attivo negli appuntamenti è stato affidato a formatori con disabilità, che hanno condiviso cosa significa per loro “girare una città”. Al ciclo di formazione hanno partecipato una quindicina dei gestori di spazi e locali coinvolti nella tappa bolognese del festival, che si svolgerà in 20 giornate tra giugno e settembre 2021.

La collaborazione con il festival del turismo responsabile continua in queste settimane di maggio e giugno: il CDH sta infatti effettuando sopralluoghi su 5 luoghi e itinerari di IT.A.CÀ 2021 Bologna per mapparne l’accessibilità in carrozzina/handbike, in “tandem” con l’Istituto dei Ciechi F. Cavazza di Bologna cui è affidata la verifica per quanto riguarda l’accessibilità sensoriale.
In occasione di alcuni appuntamenti itineranti del festival, grazie a una convenzione con Remoove, saranno inoltre a disposizione di chi ha difficoltà motorie alcuni ausili, tra i quali una bicicletta che consente il trasporto di una sedia a rotelle (anche con pedalata assistita).

Per scoprire gli appuntamenti di IT.A.CÀ, consultate il sito su cui sarà presto disponibile il programma completo: www.festivalitaca.net.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.